Coldiretti: da mani stranieri 1/4 'Made in Italy' a tavola -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 25 ott. (askanews) - La comunità di lavoratori agricoli più presente in Italia - spiega Coldiretti - è quella rumena con 107591 occupati, davanti a marocchini con 35013 e indiani con 34043, che precedono albanesi (32264), senegalesi (14165), polacchi (13134), tunisini (13106), bulgari (11261), macedoni (10428) e pakistani (10272) le elaborazioni Coldiretti che ha collaborato al Dossier statistico Immigrazione 2019 Idos.

Sono molti i "distretti agricoli" dove i lavoratori immigrati sono una componente bene integrata nel tessuto economico e sociale come nel caso - aggiunge la Coldiretti - della raccolta delle fragole nel Veronese, della preparazione delle barbatelle in Friuli, delle mele in Trentino, della frutta in Emilia Romagna, dell'uva in Piemonte fino agli allevamenti da latte in Lombardia dove a svolgere l'attività di bergamini sono soprattutto gli indiani mentre i macedoni sono coinvolti principalmente nella pastorizia.

(Segue)