Coldiretti Piemonte: gravi danni a colture per grandine

Prs

Torino, 19 giu. (askanews) - Gravi danni a causa della grandine di questi giorni alle colture piemontesi. La denuncia arriva da Coldiretti Piemonte.

I danni riguardano in particolare "i campi di mais e le orticole, dall'80 al 100% con distruzione completa della vegetazione, cos come l'uva nell'alto novarese ed anche per il riso si stimano danni del 30% circa", hanno spiegato, Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte eBruno Rivarossa, delegato confederale.

"Ora il rischio del rincaro dei prezzi al consumo nel carrello della spesa ed il nostro auspicio quello che agli imprenditori venga riconosciuto un prezzo equo, in linea con la risalita dei prezzi dei prodotti agroalimentari che l'Istat registra sin dal mese di maggio, dalla frutta (+7,9%) alla verdura (+5,3%), dal latte (+3,5%) alla carne (+2,7%)", hanno ipotizzato glie sonenti della Coldiretti.

"In un momento di cos grave difficolt nelle nostre campagne fondamentale fermare le speculazioni al ribasso nei campi e nelle stalle che sinora hanno generato insostenibili tagli ai compensi pagati agli agricoltori e agli allevatori, inferiori persino ai costi di produzione", hanno concluso Moncalvo e Rivarossa.