Collaborazione tra Unipol e Alma Mater per didattica e... -2-

Pat

Bologna, 23 set. (askanews) - Il gruppo Unipol, con i suoi 12.000 dipendenti e con un indotto nel campo della distribuzione assicurativa di oltre 33.000 addetti presenti in tutta Italia, è particolarmente orientato all'innovazione tecnologica applicata al business assicurativo, nei campi del digitale, dei big data, degli analytics e della domotica. L'accordo - come si legge in una nota stampa - consentirà di sviluppare una forte sinergia tra UniBo e Leithà, società del Gruppo che si occupa di analytics, ma anche di sperimentazione di nuove soluzioni tecnologiche, nonché di analisi predittiva di dati a supporto dell'evoluzione dei diversi business del Gruppo.

Nel corso del 2018, infatti, durante la negoziazione per il rinnovo dell'accordo quadro, sono stati avviati due tavoli di lavoro multidisciplinari UniBo-Leithà che hanno visto coinvolti numerosi gruppi di ricerca e il personale della società al fine di sviluppare due progetti sui temi del rischio alluvioni e delle previsioni eventi meteo.

Rispetto a questi due gruppi di lavoro, Unipol ha recentemente firmato un contratto di ricerca che, per la sua complessità e multidisciplinarietà, coinvolgerà più dipartimenti dell'ateneo, con l'obiettivo di creare mappe di pericolosità idraulica che coprano la totalità del territorio nazionale attraverso l'uso di modelli DEM-based.

Con la firma dell'accordo quadro, l'università auspica di consolidare i rapporti con il gruppo Unipol e sviluppare nuovi progetti innovativi che coinvolgano studenti, docenti e ricercatori, così come i professionisti che lavorano all'interno dell'azienda.