Collare a strozzo vietato a Milano: “Questione di civiltà

collare a strozzo milano

Il Consiglio Comunale di Milano ha vietato definitivamente il collare a strozzo. La decisione è arrivata nella giornata di lunedì 27 gennaio nell’ambito di un incontro volto alla scrittura del nuovo regolamento per il benessere e la tutela degli animali. Solo pochi giorni prima, infatti, era stato introdotto il patentino per i padroni di cani di “razza pericolosa”. Sul tema del collare a strozzo potranno essere concesse alcune deroghe in merito alle quali, però, non sono ancora state prese decisioni.

Collare a strozzo vietato

I proprietari di cani, di grossa o piccola taglia, dovranno attrezzarsi per eliminare definitivamente il collare a strozzo. La maggioranza del Consiglio Comunale era infatti d’accordo in merito al divieto di utilizzarlo mentre la minoranza ha espresso la propria contrarietà a tale decisione. L’emendamento è stato presentato dal consigliere di Forza Italia Gianluca Comazzi ed è passato con 35 voti a 3. Il collare a strozzo è dunque vietato “fatta salva la necessità di utilizzo nei casi di adempimento di un dovere, per ragioni di sicurezza o tutela dell’incolumità“.

“Una questione di civiltà”

L’emendamento votato in Consiglio Comunale presenta alcune deroghe, i cui casi dovranno essere verificati dall’agente di Polizia locale o dalla magistratura. “Già 120 Comuni – ha detto l’assessore con deleghe alla tutela e alla difesa degli animali – hanno introdotto il divieto del collare a strozzo: è un tema di civiltà, perché molto spesso questo strumento viene utilizzato da chi non vuole occuparsi dell’educazione del suo animale“.