Colombia, al ballottaggio ex guerrigliero Petro e magnate Hernandez

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mag. (askanews) - Per conoscere il nuovo presidente della Colombia bisognerà attendere l'esito del ballottaggio del 19 giugno quando i due candidati che hanno ottenuto più voti nel primo turno di ieri si daranno battaglia: si tratta di Gustavo Petro, ex membro della guerriglia di sinistra e sindaco Bogota, che ha ottenuto il 40% dei voti, a un soffio dalla vittoria al primo turno, e il magnate Rodolfo Hernández, outsider populista e conservatore.

Hernández era praticamente sconosciuto fino a quando la sua campagna, portata avanti principalmente su TikTok, lo ha portato in alto nei sondaggi con la retorica anti-establishment: nel voto di ieri ha ottenuto il 28% delle preferenze. "Oggi la nazione dei lavoratori, degli onesti, ha vinto", ha detto su Facebook.

Federico Gutierrez, ex sindaco conservatore di Medellín, visto come prosecutore del governo attuale di Iván Duque, si è fermato al 23% dei voti e probabilmente il suo bacino di elettori sceglierà Hernández al secondo turno.

Petro, secondo già nelle elezioni del 2018, ha promesso una riforma fiscale e modifiche sostanziali nella lotta ai cartelli della droga e ai gruppi armati. Se vincesse al ballottaggio, si tratterebbe della prima volta di un presidente di sinistra nel Paese sudamericano. La vice designata, Francia Márque, sta già facendo la storia essendo la prima candidata donna e di colore alla vicepresidenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli