Colombia, "colpo del secolo al narcotraffico": arrestato Dario Antonio Usuga

·1 minuto per la lettura

Dario Antonio Usuga detto "Otoniel", capo del clan di narcotraffico del Golfo, è stato catturato a Necocli, nel nord-ovest della Colombia, vicino al confine con Panama. Secondo il presidente colombiano Ivan Duque si tratta del "colpo più duro inferto al traffico di droga in questo secolo nel nostro Paese, un successo paragonabile solo alla caduta di Pablo Escobar".

Sulla testa di Usuga pendeva una taglia di cinque milioni di dollari posta dal governo degli Stati Uniti per crimini legati a omicidi plurimi ed esportazione di varie tonnellate di cocaina verso Centro America, Usa ed Europa. Il boss 49enne, che era ricercato da sei anni, dovrà ora rispondere a queste accuse in 120 processi.

VIDEO - La Colombia cattura Otoniel il feroce boss del cartello del Golfo

La sua cattura è stata "la più grande spedizione nella giungla mai realizzata nella storia militare del nostro Paese", ha ribadito Duque su Twitter. 

Per portarla a termine, ha spiegato invece il direttore delle forze di polizia colombiana Jorge Vargas, è stata effettuata "un'importante operazione satellitare con agenzie degli Stati Uniti e del Regno Unito". L'operazione, durante la quale è stato ucciso un agente di polizia, ha mobilitato circa 500 membri delle forze di sicurezza e 22 elicotteri.

VIDEO - Cocaina, sequestro record in Portogallo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli