Colombia, Msf: oltre 1,6 mln venezuelani senza adeguata assistenza -3-

Red/Ihr

Roma, 19 dic. (askanews) - Dalla fine del 2018 Medici Senza Frontiere (Msf) ha avviato tre progetti di salute primaria e mentale per i migranti venezuelani nei dipartimenti di confine di La Guajira, Norte de Santander e Arauca. In circa un anno le équipe di Msf hanno effettuato più di 50.000 visite mediche. Nonostante questi numeri non rappresentino la portata della crisi, indicano le enormi difficoltà che queste persone devono affrontare per accedere a cure mediche, cibo adeguato, alloggio e protezione.

Per quanto riguarda l'accesso alle cure mediche, la risposta offerta ai migranti dal sistema pubblico è limitata soltanto a emergenze, parti e vaccinazioni. Ma i bisogni sono decisamente più ampi rispetto a questi servizi. I pazienti che soffrono di malattie croniche hanno bisogno di cure continue, ma le cure specialistiche adeguate non vengono garantite. Inoltre, non esistono servizi di assistenza psicologica per chi ne ha bisogno. (Segue)