Colombia, nessun italiano tra i dispersi di Mocoa

Si continua a scavare, ma ormai non c‘è più speranza di trovare persone ancora in vita. Questa è la conclusione tratta dalle unità di protezione civile colombiane dopo la frana che ha distruttto la cittadina di Mocoa. Il bilancio è tragico: almeno 274 morti e centinaia di feriti come ha confermato il presidente colombiano Juan Manuel Santos al termine del consiglio dei ministri che ha ufficializzato lo stato di emergenza nella regione. “Non abbiamo più nulla – dice Luis Vasante, residente a Mocoa – ora quello che ci interessa di più è avere una casa, per tutti e per poter ricostruire proprio in questa zona. Per ora non abbiamo assolutamente nulla. Non abbiamo vestiti, non abbiamo niente da mangiare o qualsiasi altra cosa”.

Sono circa 45mila le persone coinvolte nel disastro. Varato lo stanziamento di 40 miliardi di pesos (circa 16 milioni di Euro) per la ricostruzione. Dalla Commissione Europea in America Latina stanziati altri 150mila euro, mentre fonti della Farnesina confermano che non ci sono italiani tra i dispersi.

IL TWEET DEL PRESIDENTE COLOMBIANO JUAN MANUEL SANTOS

Hoy en Mocoa continuaremos seguimiento y revisión sobre la perspectiva de la reconstrucción, para que quede mejor que antes #EstamosConMocoa pic.twitter.com/C6KHeA4mau— Juan Manuel Santos (@JuanManSantos) 4 aprile 2017

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità