Colpo al 93' del Lecce a Verona: è primo

·1 minuto per la lettura

Con una rete in pieno recupero firmata dal neo entrato Falco, il Lecce espugna il Bentegodi, battendo 2 a 1 il Chievo nell’anticipo d’alta classifica della giornata del campionato di B. Fulminea la sequenza delle reti nel primo tempo: al vantaggio pugliese realizzato dall’ex Stepinski ha risposto Garritano, al 93’ Falco con un diagonale vincente ha consegnato il primato al Lecce con 18 punti in attesa di Empoli-Vicenza. I veronesi restano a 14 con una partita da recuperare a Vicenza. Prossimo turno: Lecce-Vicenza; Frosinone-Chievo. Squadre subito in partita, il portiere leccese Vasconcelos è miracoloso sulla conclusione dal limite di Obi. Sul fronte opposto Seculin protagonista (18’): stacco di Paganini, il portiere clivense devia sopra la traversa. Il Lecce insiste, centro dalla destra di Coda, l’ex Stepinski stacca, indisturbato, sottomisura: 0-1. Due minuti dopo il Chievo pareggia grazie al solito Garritano: scattato sul filo del fuorigioco, su servizio di Palmiero, infila al volo Vasconcelos per l’immediato 1 a 1. Il Lecce non ci sta, alza il baricentro, fioccano le occasioni: la più clamorosa la spreca Mancosu davanti a Seculin, calciando alle stelle. Inizio di ripresa e solito tema tattico: Lecce avanti, Chievo sulla difensiva. Adjapong calcia alle stelle; quindi Stepinski ne salta tre ma viene anticipato in extremis. I veronesi guadagnano campo ma non trovano il colpo vincenti: tre angoli, un paio di mischie, innescate da Canotto sulla destra, la retroguardia pugliese chiude ogni varco. Corini pesca dalla ricca panchina Falco al 24’ che lo ripaga al 93’, realizzando il 2 a 1 e regalando tre punti d’oro al Lecce sulla via del sogno-promozione.