Colpo a Cosa nostra, sequestrati beni per 50 milioni al clan Scalisi-Laudani

·1 minuto per la lettura


AGI - Diciassette società e 48 immobili, per un valore di 50 milioni di euro, sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza del Comando provinciale di Catania, in Sicilia, Lombardia e Veneto. Si tratta di beni in mano alla mafia e in particolare al clan Scalisi-Laudani. All'operazione hanno preso parte cento militari delle fiamme gialle etnee, con il supporto dello Scico, il Servizio centrale investigazione criminalità organizzata.

Ventisei gli indagati destinatari delle misure cautelari personali e reali emesse dal gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia. Contestati i reati di associazione a delinquere di tipo mafioso e trasferimento fraudolento di valori al fine di eludere la normativa antimafia.