Colpo di sole: i sintomi più comuni e i rimedi

colpo si sole testa

L’insolazione è la conseguenza di un esposizione del corpo troppo diretta o oltremodo prolungata al sole. Spesso si sente parlare di colpo di sole o colpo di calore. Solitamente coloro che sono colpiti dal colpo di sole accusano una forte emicrania, vertigini, vomito e, nei casi più seri temporanee perdite di coscienza.

Colpo di sole: cosa fare e i sintomi

Per prima cosa ovviamente, è opportuno interrompere l’esposizione ai raggi solari e trovare riparo in un luogo fresco. Bere acqua (non fredda) è la miglior strategia per ripristinare i liquidi persi. In questo caso, se ci si trova al mare ripararsi sotto un ombrellone non è la scelta più indicata. Infatti, anche sotto l’ombrellone i raggi filtrano e solitamente in spiaggia la temperatura è molto elevata.

L’organismo in queste condizioni non è più in grado di riequilibrare la temperatura corporea e tutto questo porta ad un conseguente ipertermia ovvero, un innalzamento della temperatura interna. Praticamente è come se il corpo non riuscisse ad mandare fuori , tramite la sudorazione, tutto il calore che sta immagazzinando. Di solito chi ne è colpito lamenta febbre, debolezza, nausea, vomito, crampi sino ad arrivare nei casi si maggiore gravità alle convulsioni.

Colpo di sole: i rimedi

Innanzitutto occorre portare la persona all’ombra, in un ambiente fresco. Per abbassare la temperatura del corpo è consigliato fare bere abbondante acqua a temperatura ambiente e, appoggiare dei teli umidi su polsi, tempie ,lati del collo, inguine e ascelle. Se la persona ha perso conoscenza, è utile porla in posizione supina con le gambe leggermente sollevate dal resto del corpo. Attendere circa 20 minuti e chiamare il medico nel caso in cui il soggetto non abbia mostrato alcun segnale di ripresa.

Si consiglia di evitare l’esposizione al sole nelle ore più calde della giornata, ricordarsi di bere abbonante acqua e coprirsi la testa con un copricapo quando ci si trova negli ambienti esterni. Per quanto riguarda l’abbigliamento poi , si raccomandano vestiti leggeri, bianchi preferibilmente, di lino e di cotone e non sintetici. Anche l’alimentazione ricopre un ruolo fondamentale nella prevenzione dei colpi di calore. Frutta e verdura, veri e propri integratori naturali di vitamine e sali minerali. Una giusta alimentazione ricca di frutta e verdura e, una corretta idratazione, sono da considerarsi carte vincenti nella prevenzione del colpo di sole. Ma non solo, si consiglia di portarli fuori prime ore del giorno e alla sera quando le temperature sono maggiormente fresche.

I soggetti a rischio

Gli anziani sono tra le categorie maggiormente a rischio. Ma anche chi svolge un’attività fisica intensa quando il termometro è sopra i trenta gradi dovrebbe prestare particolare attenzione. I bambini sotto i 4 anni di età sono molto sensibili agli effetti del caldo e non hanno ancora sviluppato una buona regolazione autonoma della temperatura corporea.