“Coltiviamo agricotura sociale”, premiati i progetti vincitori

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 8 feb. (askanews) - Il premio "Coltiviamo agricoltura sociale", indetto da Confagricoltura e Onlus Senior - L'Età della Saggezza con Reale Foundation non si è fermato nemmeno con la pandemia. Giunto alla sua quinta edizione continua ad essere molto seguito, a dimostrazione dell'interesse per un comparto in continua e forte espansione. Ad aggiudicarsi l'assegno di 40.000 euro ciascuno sono state tre aziende agricole di Bolzano, Asti e Catanzaro che, oltre al premio in denaro, hanno ricevuto una borsa di studio ciascuna, per partecipare al 'Master di Agricoltura Sociale', presso l'Università di Roma Tor Vergata.

Quest'anno la borsa di studio assegnata all'impresa di Asti sarà intitolata al Barone Romano Gianotti, già consigliere di Reale Mutua e revisore della federazione regionale agricoltori piemontesi di Confagricoltura.

Confagricoltura e la Onlus Senior - L'Età della Saggezza, insieme agli sponsor partner di progetto, in questi cinque anni, hanno finanziato con oltre ben 670 mila euro a fondo perduto i progetti di 15 fattorie sociali che, secondo il regolamento del bando, hanno realizzato il loro programma entro l'anno. I piani presentati, dopo la votazione on-line del pubblico, che ne ha selezionati 30, hanno passato il vaglio della giuria, che ne ha scelti tre.

3.000 aziende agricole, 35.000 addetti, 250 milioni di fatturato sono i numeri di questo fenomeno, diventato oggi un vero e proprio welfare verde che offre supporto, riabilitazione e reinserimento sociale alle persone più deboli e fragili. "Siamo stati antesignani ancora una volta. Prima di altri abbiamo capito che l'innovazione, per noi fondamentale in tutte le sue declinazioni, passa anche da questo nuovo modello di assistenza, di offerta di servizi sociali, per la salute, il benessere e il reinserimento. Abbiamo risposto in questo modo alle necessità della società, addirittura prevedendone i cambiamenti. Sono orgoglioso di premiare, anche in questa edizione, iniziative così interessanti, che creano opportunità, rimettono al centro l'individuo, sviluppano occupazione, senza perdere di vista il prodotto di qualità e il business. E' la migliore conferma che abbiamo percorso la strada giusta". Questo il commento di Massimiliano Giansanti, presidente di Confagricoltura all'annuncio dei tre progetti vincitori, tra i tanti presentati, che provenivano da tutto il territorio italiano.