Com'è andato il primo giorno a Malpensa dopo la chiusura di Linate

Fabio Florindi
"Malpensa ha retto" l'urto dello spostamento dei voli dall'aeroporto di Linate. Aerei decollati e atterrati regolarmente e controlli addirittura più celeri rispetto a sabato scorso. Questo il quadro tracciato dall'amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, durante un punto stampa presso lo scalo varesino.Il trasferimento dei voli da Linate si è reso necessario per la chiusura di 3 mesi dello scalo milanese per il restyling della pista e della struttura. L'ultimo aereo è decollato ieri alle 23.20 con destinazione Palermo. Questa mattina, invece, il primo volo spostato su Malpensa è partito alle 6.43, un Alitalia con destinazione Roma Fiumicino. La riapertura di Linate è prevista il 27 ottobre e il primo degli interventi in programma è il rifacimento della pista di decollo e atterraggio, con le ruspe che sono entrate in azione già questa mattina.> Il primo volo "ex Linate", un Alitalia direzione Fiumicino, è decollato dall'aeroporto di Milano Malpensa dalla pista "35 Right" intorno alle 6.45. pic.twitter.com/ickjotGcdZ> > — Milan Airports Press Office (@SEA_Press) July 27, 2019 Si lavorerà anche sul restyling dell'area imbarchi e sarà ammodernato l'impianto che riceve le valigie e le consegna al'imbarco. Alcuni cantieri resteranno aperti anche dopo il 27 ottobre, visto che il termine di tutti i lavori è previsto nel 2021.L'operatività di Malpensa è procedura in modo regolare nell'arco di tutta la mattinata, nonostante una crescita del 43% dei movimenti e l'aumento considerevole dei passeggeri. Normale il flusso dei voli, sia in partenza che in arrivo. Abbastanza soddisfatti gli avventori. "Ho l'aereo delle 11.55 per Lamezia Terme, sono arrivato con un po' di anticipo perché avevo paura che ci fossero problemi, invece vedo che è tutto normale", dice Stefano, 29 anni, in partenza per le vacanze con la ragazza. "Vado a Londra qualche giorno per lavoro, al momento non mi pare ci siano particolari disagi", conferma un altro passeggero.> Situazione assolutamente sotto controllo a milano Malpensa, un po' di traffico in superstrada ma nel Terminal 1 al momento tutto regolare e senza particolari criticità bridge linate mxp tuttoreolare @SEA_Press pic.twitter.com/7t8mtZt2Sy> > — Aeroporti Lombardi (@aptlombardi) July 27, 2019 Che il test fosse stato superato lo hanno confermato anche le parole dell'ad Brunini: "Malpensa ha retto alla prima prova, quella del fuoco". Per l'amministratore delegato si è trattato di "un risultato importante e dimostra che questo aeroporto può avere ambizioni importanti per il futuro". Tuttavia "dobbiamo reggere per 3 mesi e non è facile, sono sicuro che dovremo mettere in conto qualche momento di difficoltà. Il lavoro è appena iniziato, abbiamo ancora tanto da fare, però avrei messo la firma per un inizio cosi'".Tra l'altro, aggiunge Brunini, "il tempo di attesa alla security, oggi fino alle 11, è stato di 4 minuti e 11 secondi, la stessa rilevazione fatta sabato scorso era di circa 7 minuti. L'azienda ha profuso il massimo sforzo nel prepararsi a questo evento, in qualche caso abbiamo addirittura strafatto". L'ad ha poi dato alcune stime aggiornate alle ore 11: "I voli tra partenze e arrivi sono stati 250, +43% sull'anno scorso. Il numero dei passeggeri transitato ai filtri di sicurezza e' di 19 mila, anche qui +43%. Sono circa 117 mila i passeggeri che possiamo attenderci oggi".

"Malpensa ha retto" l'urto dello spostamento dei voli dall'aeroporto di Linate. Aerei decollati e atterrati regolarmente e controlli addirittura più celeri rispetto a sabato scorso. Questo il quadro tracciato dall'amministratore delegato di Sea, Armando Brunini, durante un punto stampa presso lo scalo varesino.

Il trasferimento dei voli da Linate si è reso necessario per la chiusura di 3 mesi dello scalo milanese per il restyling della pista e della struttura. L'ultimo aereo è decollato ieri alle 23.20 con destinazione Palermo. Questa mattina, invece, il primo volo spostato su Malpensa è partito alle 6.43, un Alitalia con destinazione Roma Fiumicino. La riapertura di Linate è prevista il 27 ottobre e il primo degli interventi in programma è il rifacimento della pista di decollo e atterraggio, con le ruspe che sono entrate in azione già questa mattina.

Il primo volo "ex Linate", un Alitalia direzione Fiumicino, è decollato dall'aeroporto di Milano #Malpensa dalla pista "35 Right" intorno alle 6.45. pic.twitter.com/ickjotGcdZ

— Milan Airports Press Office (@SEA_Press) July 27, 2019

 

Si lavorerà anche sul restyling dell'area imbarchi e sarà ammodernato l'impianto che riceve le valigie e le consegna al'imbarco. Alcuni cantieri resteranno aperti anche dopo il 27 ottobre, visto che il termine di tutti i lavori è previsto nel 2021.

L'operatività di Malpensa è procedura in modo regolare nell'arco di tutta la mattinata, nonostante  una crescita del 43% dei movimenti e l'aumento considerevole dei passeggeri. Normale il flusso dei voli, sia in partenza che in arrivo. Abbastanza soddisfatti gli avventori. "Ho l'aereo delle 11.55 per Lamezia Terme, sono arrivato con un po' di anticipo perché avevo paura che ci fossero problemi, invece vedo che è tutto normale", dice Stefano, 29 anni, in partenza per le vacanze con la ragazza. "Vado a Londra qualche giorno per lavoro, al momento non mi pare ci siano particolari disagi", conferma un altro passeggero.

Situazione assolutamente sotto controllo a #milano #Malpensa, un po' di traffico in superstrada ma nel Terminal 1 al momento tutto regolare e senza particolari criticità #bridge #linate #mxp #tuttoreolare @SEA_Press pic.twitter.com/7t8mtZt2Sy

— Aeroporti Lombardi (@aptlombardi) July 27, 2019

 

Che il test fosse stato superato lo hanno confermato anche le parole dell'ad Brunini: "Malpensa ha retto alla prima prova, quella del fuoco". Per l'amministratore delegato si è trattato di "un risultato importante e dimostra che questo aeroporto può avere ambizioni importanti per il futuro". Tuttavia "dobbiamo reggere per 3 mesi e non è facile, sono sicuro che dovremo mettere in conto qualche momento di difficoltà. Il lavoro è appena iniziato, abbiamo ancora tanto da fare, però avrei messo la firma per un inizio cosi'".

Tra l'altro, aggiunge Brunini, "il tempo di attesa alla security, oggi fino alle 11, è stato di 4 minuti e 11 secondi, la stessa rilevazione fatta sabato scorso era di circa 7 minuti. L'azienda ha profuso il massimo sforzo nel prepararsi a questo evento, in qualche caso abbiamo addirittura strafatto". L'ad ha poi dato alcune stime aggiornate alle ore 11: "I voli tra partenze e arrivi sono stati 250, +43% sull'anno scorso. Il numero dei passeggeri transitato ai filtri di sicurezza e' di 19 mila, anche qui +43%. Sono circa 117 mila i passeggeri che possiamo attenderci oggi".