Com'è andato il primo incontro tra Draghi e Gualtieri per il futuro di Roma

·2 minuto per la lettura

AGI - Quarantacinque minuti di colloquio a Palazzo Chigi con il premier Mario Draghi per il sindaco di Roma Roberto Gualtieri per ragionare insieme sulle principali sfide dei prossimi mesi per la Capitale. Un primo incontro ufficiale tra i due dopo l'elezione in Campidoglio dell'ex ministro dell'Economia.

Il clima, raccontano, sia stato molto cordiale, i due in fondo si conoscono da tempo. Al centro del colloquio i fondi da mettere in campo per il rilancio della Capitale tra mobilità e rifiuti, a partire da quelli del Recovery. Nelle scorse settimane nella manovra il governo ha già stanziato 1,5 miliardi di euro in vista del Giubileo 2025. Altri fondi arriveranno dal Comune con il primo bilancio.

Spazio anche al sostegno alla candidatura ad Expo 2030, a dicembre il sindaco sarà a Parigi per portare avanti la corsa cittadina. Draghi ha ascoltato, chiesto informazioni e dato suggerimenti, mostrando interesse per il dossier sulla Capitale, i due torneranno a vedersi nei prossimi mesi. 

"Ho trovato una grande attenzione ed un grande impegno del presidente Draghi per Roma, il governo ha fatto già molto a partire dal miliardo e mezzo di euro stanziato nella legge di bilancio. Abbiamo parlato anche dei fondi per il trasporto rapido di massa. E poi le misure del Pnrr. Sono davvero molto soddisfatto, ringrazio Draghi per la sua attenzione", spiega Gualtieri al termine dell'incontro.

Poi, nel dettaglio: "Abbiamo affrontato tutti i temi principali che riguardano il futuro e il rilancio di Roma, a partire dal Recovery, discusso di infrastrutture, mobilità e delle grandi sfide del Giubileo e dell'Expo". Al centro del colloquio la programmazione dei fondi Recovery, con i nuovi bus a trazione elettrica e soprattutto l'ampliamento della rete della metropolitana, che al momento conta appena 3 linee (una ancora incompleta), sfruttando i prossimi grandi eventi cittadini a partire dal Giubileo.

Un passaggio anche sui rifiuti, tra i principali problemi cittadini. "Parteciperemo al bando che concede risorse Pnrr per la raccolta dei rifiuti, intendiamo realizzare due biodigestori". 

La situazione attuale come è noto è quella di un deficit di impianti e di sbocchi. Alla fine di ottobre c'è stato un guasto di un impianto a Frosinone, che sta rallentando la raccolta ordinaria. Stiamo lavorando per uscire da questa situazione di difficoltà. Oggi basta un singolo guasto e il ciclo va in difficoltà", commenta il sindaco. In settimana, presumibilmente venerdì, Gualtieri illustrerà le linee di indirizzo del suo mandato in Assemblea Capitolina per fissare le priorità di azione della sua giunta.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli