Come cambia la mappa cromatica dell'Italia dopo Pasqua

·1 minuto per la lettura
Mappa colori regioni 6 aprile
Mappa colori regioni 6 aprile

Dopo le vacanze di Pasqua che tutta Italia trascorrerà in zona rossa, da martedì 6 aprile 2021 la mappa dei colori delle regioni subirà dei cambiamenti rispetto alla settimana precedente: tre territori sono infatti passati dal rosso all’arancione.

Mappa colori regioni dal 6 aprile

Dopo aver registrato un miglioramento dei parametri per due settimane consecutive, Veneto Marche e Trentino torneranno in zona arancione. È questa l’unica modifica rispetto ai giorni precedenti che consentirà ai territori in questione di allentare le misure restrittive riaprendo le scuole e le attività commerciali. Da martedì le regioni arancioni saranno dunque: Veneto, Marche, Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Molise, Sicilia, Sardegna, Umbria, Trento e Alto-Adige.

Le restanti nove regioni continueranno a rimanere in zona rossa. Si tratta di Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte, Puglia, Toscana, Valle d’Aosta. La novità rispetto ai giorni prima di Pasqua è che anche in lockdown si potranno riaprire le scuole d’infanzia, elementari e medie (soltanto per gli studenti del primo anno).

Mappa Italia 6 aprile
Mappa Italia 6 aprile

All’interno delle regioni arancioni restano comunque presenti delle micro zone rosse per circoscrivere focolai e impedire l’allargamento del contagio. Questo l’elenco:

  • Lazio: Fara Sabina

  • Abruzzo: Lentella (Chieti), Collecorvino, Roccamorice, San Valentino in A.C. (Pescara), Cerchio, Pratola Peligna, Pescina, Celano, Corfinio (L’Aquila), Nereto, Colonnella, Sant’Egidio alla Vibrata, Sant’Omero, Alba Adriatica, Canzano, Martinsicuro, Frazione di Pietralta di Valle Castellana (Teramo).

  • Sardegna: Sennariolo e Samugheo (Oristano), Pula, Soleminis, Burcei, Villa San Pietro, Donora (Cagliari), Bultei, Golfo Aranci, Bono, Uri e Pozzomaggiore (Sassari), Sindia e Gavoi (Nuoro).

  • Liguria: province di Imperia e Savona

  • Sicilia: Biancavilla (Catania), Francavilla di Sicilia e Gaggi (Messina), Santa Margherita di Belice (Agrigento), Mazzarino (Caltanissetta).