Come cambiano le norme per visitare amici e parenti?

·1 minuto per la lettura
Dpcm 16 gennaio: come fare con le visite a parenti e amici
Dpcm 16 gennaio: come fare con le visite a parenti e amici

Il nuovo decreto legge Covid che il governo Draghi si appresta ad approvare dovrebbe prorogare fino al 27 marzo non solo il divieto di spostamento tra regioni ma anche le limitazioni legate alle visite ad amici e parenti.

Decreto: proroga limitazioni visite ad amici

Le misure, concordate con le Regioni e contenute nel provvedimento che è atteso nella giornata di lunedì 22 febbraio, riguardano infatti anche la possibilità di recarsi da amici e parenti. Secondo quanto si apprende dovrebbe essere confermata e prorogata la regola che consente di spostarsi verso un’altra abitazione privata ad un massimo di due persone – esclusi i figli minori di 14 anni e le persone non autosufficienti – una sola volta al giorno.

É quanto sarebbe contenuto nel documento che le Regioni hanno inviato al ministro degli Affari regionali Mariastella Gelmini la quale lo porterà in Consiglio dei Ministri per sottoporlo all’attenzione dell’esecutivo. Nella stessa sede il governo Draghi dovrebbe iniziare a ragionare sulle norme da inserire nel nuovo dpcm in vigore dal 6 marzo 2021 ma anche sulla richiesta dei governatori di cambiare passo sui colori per evitare continui cambi e di garantire adeguati risarcimenti alle attività colpite dalle chiusure.

Si richiede in particolare di chiarire le competenze statali e regionali per allinearne la tempistica e la relativa efficacia. Il ministro per gli Affari Regionali Mariastella Gelmini si è fatta garante dicendo alle Regioni che il governo “può e vuole chiedervi di partecipare ad un processo decisionale che certo dovrà essere tempestivo, che certo dovrà essere snello, ma che non potrà calare sulle vostre teste“.