Come cambieranno le regole per usare i monopattini in città

Giovanni Lamberti

Basteranno 14 anni per usare i monopattini (non più 16) ma fino a 18 anni occorrerà indossare il casco. Si potrà circolare solo sulle strade urbane e al massimo a 50 km/h, non su quelle extraurbane (via libera solo se è presente una pista ciclabile).

Sono le ultime novità contenute nella riformulazione del governo agli emendamenti che puntano a regolare la materia, dopo il decreto entrato in vigore il 27 luglio e dopo l'emendamento del senatore di Italia viva, Comencini, alla legge di bilancio che di fatto equipara i monopattini elettrici alle biciclette. Le novità entreranno nel Milleproroghe il cui via libera della Camera è previsto per la settimana prossima con la fiducia.

Subito dopo il Milleproroghe l'Aula di Montecitorio dovrebbe poi esaminare il nuovo codice della strada. Dunque arriva la regolamentazione per quanto riguarda i monopattini. Vengono considerati velocipedi "i monopattini a propulsione prevalentemente elettrica non dotati di posti a sedere, aventi motore elettrico di potenza nominale continua non superiore a 0,50 Kw".

Se il monopattino in uso non avrà queste caratteristiche si rischia una multa da 100 a 400 euro e successivamente la confisca del mezzo. Chi, invece, guida "un veicolo atipico", le cui caratteristiche tecniche non sono regolamentare "è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 200 a 800 euro".

La novità è che nel periodo della sperimentazione - che viene prorogato di dodici mesi - la circolazione mediante segway, hoverboard e monowheel, "ovvero di analoghi dispositivi di mobilità personale, è consentita" ma solo "se sono a propulsione prevalentemente elettrica".

Il governo punta sulla sicurezza. Occorrerà nelle ore notturne indossare obbligatoriamente il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità (altrimenti si rischia il pagamento di una somma da 50 a 200 euro) e "da mezz'ora dopo il tramonto" i monopattini a propulsione prevalentemente elettrica "sprovvisti o mancanti di luce anteriore bianca o gialla fissa e posteriormente di catadiottri rossi e di luce rossa fissa, utili alla segnalazione visiva" non potranno essere utilizzati, ma solamente "condotti o trasportati a mano".

In ogni caso "i monopattini non potranno superare i 25 km/h quando circolano sulla carreggiata ed i 6 km/h quando circolano sulle aree pedonali" e non sarà possibile "trasportare altre persone, oggetti o animali". Si potrà procedere su un'unica fila e occorrerà reggere il manubrio sempre con entrambe le mani, salvo che non sia necessario segnalare la manovra di svolta.

Regole anche per i servizi di noleggio che potranno essere attivati solo in presenza di una delibera di una giunta comunale. Inoltre occorrera' copertura assicurativa e i conducenti dovranno rispettare le "eventuali limitazioni alla circolazione in determinate aree della città".