Come comportarsi in caso di tromba d'aria (e cosa non fare)

Tornado in Kansas, maggio 2019 (Photo by Kyle Rivas/Getty Images)

Ha colpito tutti gli italiani la notizia della morte di Noemi, giovane donna romana morta a soli 26 anni a causa di una tromba d’aria a Fiumicino. La ragazza era all’interno della sua Smart, che è stata sollevata e scaraventata dall'altra parte della strada, causando il decesso di Noemi.

LEGGI ANCHE: Il Maltempo che uccide

Fenomeni naturali di tale portata sono molto pericolosi e bisogna sapere come comportarsi in caso ci si imbatta in un evento atmosferico simile.

Cosa fare in caso di una tromba d'aria? Ecco alcuni consigli, riportati dalla pagina Facebook di Roma capitale:

  • Se si è all’interno di un edificio, stare lontani da porte e finestre e recarsi al piano più basso in una stanza piccola senza finestre, accovacciandosi per terra e coprendosi la testa con le mani;

  • Se si è in auto: allontanarsi ad angolo retto rispetto alla direzione del vortice. Se ci sono venti forti e detriti parcheggiare lontano da corsie e ponti, rimanere in auto con la cintura di sicurezza allacciata, abbassare la testa sotto i finestrini e ripararla con le mani.

  • Se si è all’aperto: cercare rifugio in un edificio, oppure stare lontani da alberi e auto, sdraiarsi a faccia in giù in un avvallamento del terreno e proteggersi la testa con le braccia.

Cosa non fare in caso di una tromba d’aria? Ecco gli errori da non commettere e i consigli degli esperti del National Oceanic and Atmospheric Administration Storm Prediction Center.

  1. Avvicinarsi per scattare foto

Qualsiasi tentativo di seguire la tromba d’aria credendo che sia a distanza di sicurezza è da evitare. La traiettoria con cui si muove il vortice d’aria non è prevedibile, così come la velocità e la forza possono cambiare in pochi istanti in base a ciò che la tromba d’aria trova davanti. Meglio provare ad allontanarsi il più possibile nella direzione opposta, possibilmente in auto.

  1. Abbandonare l’auto

Oltre a perdere la possibilità di spostarsi più velocemente che a piedi, abbandonare l’auto è l’ultima cosa da fare quando si è in prossimità di una tromba d’aria. A meno di avere a disposizione un riparo migliore, l’auto può proteggere da piccoli oggetti volanti. Lasciare l’auto per strada la trasformerà inoltre in un oggetto in preda al ciclone che potrà anche sollevarla e scagliarla ovunque. Meglio abbandonare l’auto solo in casi di estrema necessità per mettersi in salvo.

  1. Proteggersi nei sottopassaggi

Sostare con l’auto o a piedi in un sottopasso è tra le cose più pericolose da fare, anche se apparentemente sembra la scelta più sensata per ripararsi dalla furia del ciclone. I luoghi posti al di sotto del livello stradale sono statisticamente quelli che in caso di uragano e tempesta si allagano prima, meglio quindi cercare di allontanarsi il più possibile dalla zona della tromba d’aria.

  1. Sostare sotto ponti e cavalcavia

Gli esperti sconsigliano di cercare riparo sotto ai ponti, perché quando il vortice d’aria incontra uno spazio “forzato” si ha un effetto accelerante. È consigliabile continuare a guidare fino a trovare un riparo più sicuro.

  1. Camminare in strada a lungo

Il rischio di venire colpiti da oggetti volanti è alto, anche se il ciclone d’aria non è vicino, quando ci si muove fuori dall’auto. Rifugiarsi quindi in strutture robuste e grandi, stando lontani dalle finestre e proteggendosi il volto in caso di rottura dei vetri.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Einstein aveva ragione