Come curare i cani dal pelo lungo?

·3 minuto per la lettura
come curare cani pelo lungo
come curare cani pelo lungo

I cani a pelo lungo sono tutti bellissimi, ma al tempo stesso bisogna considerare che necessitano di qualche attenzione in più rispetto agli amici a 4 zampe che al contrario hanno un pelo corto. Bisogna dunque preoccuparsi di spazzolarli costantemente ma anche di utilizzare dei prodotti specifici per rendere morbido e forte il loro mantello. Prendersi cura dei cani a pelo lungo non è di certo impossibile, ma se lo si vuole fare bene sono diverse le accortezze da adottare.

Oggi vi diamo alcuni consigli: le dritte che insegnano anche nei corsi toelettatura cani e che dunque adottano persino i professionisti del mestiere per curare al meglio gli amici dal pelo lungo.

Spazzolare il pelo quotidianamente

I cani a pelo lungo devono essere spazzolati quotidianamente, non solo perché così facendo si mantiene il mantello più pulito ma anche per altri motivi. Innanzitutto, bisogna considerare che durante le passeggiate o quando sono in giardino, gli amici a 4 zampe che hanno il pelo lungo tendono a sporcarsi molto facilmente. Nel manto infatti si incastrano foglie secche, terra, fili d’erba ed i pericolosissimi forasacchi, che tra l’altro si nascondono molto bene all’interno del pelo e rischiano di non essere notati immediatamente.

Non solo: spazzolare quotidianamente il manto del cane permette di prevenire nodi che se trascurati non fanno altro che ingrandirsi. Questo è un aspetto da non sottovalutare, perché non incide solamente dal punto di vista estetico. Se infatti il cane ha un pelo molto aggrovigliato, rischia di sviluppare irritazioni cutanee che poi diventano un bel problema.

Utilizzare la spazzola giusta per il pelo del cane

Per i cani che hanno un pelo con tendenza ad aggrovigliarsi, la spazzola ideale è la taglia nodi che è dotata di uno speciale taglierino avente appunto la funzione di eliminare con maggior facilità eventuali grovigli, senza far soffrire l’animale. Questa è una spazzola utile però solo per eliminare i nodi nel pelo. Una volta effettuato questo passaggio, conviene utilizzare un pettine lisciante per rimuovere tutti i residui rimasti che non devono assolutamente accumularsi sulla pelle.

Nello scegliere quale spazzola utilizzare, comunque, vale sempre la pena controllare le reazioni del cane. L’obiettivo principale infatti deve essere quello di abituarlo alla routine senza fargliela vivere con ansia o paura. Se dunque l’animale non gradisce un determinato tipo di spazzola, conviene provare a cambiarla e vedere se reagisce meglio.

Come lavare i cani a pelo lungo

Per quanto riguarda il lavaggio, è fondamentale utilizzare uno shampoo apposito per cani a pelo lungo che permette di districare eventuali nodi con maggior facilità ma anche di rendere il manto più morbido e setoso senza rischiare di arrecare danni all’animale.

Una grande attenzione deve essere posta anche nella temperatura dell’acqua: se troppo calda rischiate di provocare delle ustioni o comunque di infastidire il cane. Ricordate di abituare il vostro cucciolo sin da piccolino al lavaggio, magari facendolo giocare o dandogli una ricompensa una volta terminato il bagnetto. In questo modo sarà molto più propenso a farsi lavare e vivrà questo momento con maggior serenità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli