Come i giornali hanno raccontato lo scisma del Pd voluto da Renzi

Oggi l'annuncio ufficiale, ma per altro già anticipato con un'ampia intervista che appare su la Repubblica: Matteo Renzi lascerà il Partito democratico. “Non posso più stare assieme ai miei carnefici”, ha detto l'ex premier, che formerà un gruppo parlamentare autonomo alla Camera. Un addio non facile, in qualche modo combattuto anche da alcuni fedelissimi che, come Nardella, hanno risposto che resteranno nel partito. L'ex premier ed ex segretario del Pd ha annunciato la propria decisione con una telefonata al presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

 

LA REPUBBLICA

“Perché lascio il Pd”

“Voglio combattere Salvini, non difendermi dal fuoco amico. Per molti ero un intruso, lo dimostrano le prime scelte di Zingaretti. Uscendo ora faccio chiarezza nel governo, che sarà più forte. Non vedo il partito come un nemico ma manca la visione del futuro”

“In settimana gruppi autonomi con una trentina di parlamentari”

 

CORRIERE DELLA SERA

La scissione di Renzi: addio Pd

Chiama Conte: lascio il partito ma non il governo, subito gruppi autonomi

 

LA STAMPA

Terremoto Renzi sul Conte bis

Scissione nel Pd, l'ex segretario lascia. Telefonata al premier: “Ho un mio progetto ma ti sosterrò”

 

 

IL MESSAGGERO

Renzi: lascio il Pd, non il governo

La scissione dell'ex premier: “Operazione per fare chiarezza, non destabilizzo l'esecutivo”

Subito i gruppi ma non tutti lo seguono. L'allarme di Conte e Zingaretti: ora più difficile

 

IL GIORNALE

Renzi: “Sì, lascio il Pd”. Sinistra e governo a pezzi

“Con 12-15 senatori sarò ancora decisivo. Conte? Stia sereno...”.

 Alitalia, subito un rinvio: giallorossi già fermi

 

LIBERO QUOTIDIANO

Adesso il Papa prega per salvare il governo

Il Pontefice: “Qualche politico merita insulti, però quelli che stanno al potere hanno bisogno che Dio li benedica”. Perché non si era speso così per Salvini?

 

IL FATTO QUOTIDIANO

Liste civiche, i dinosauri ora tremano

M5s e Pd a caccia di società civile per le Regionali. Vacillano Bonaccini, De Luca e Oliverio. In Umbria Cucinelli dice no, ma Di Maio insiste con il pressing

 

IL FOGLIO

Le buone notizie dal partito di Renzi

La rottura con il Pd è sbagliata, ma ci sono molte possibilità che da una mossa pazza e pericolosa nasca un progetto giusto, finalizzato a rafforzare il fronte anti populista e a degrillizzare il governo. Mito dell'unità no grazie

 

IL SOLE 24 ORE

Autostrade, Castellucci pronto a lasciare

Il consiglio di Atlantia deciderà oggi la posizione dell'amministratore delegato

Nuovo scivolone in Borsa: ieri il titolo giù del 7,8% Pesa il rebus concessioni

Boccia: non diventi questione politica ma prevalga il buonsenso

 

 

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

Renzi-Pd, l'ora del divorzio

Verso la scissione: sùbito un gruppo autonomo. Operazione centro Guerini, Lotti e Nardella rimangono. Alla finestra i renziani pugliesi

 

IL GAZZETTINO DI VENEZIA

Strappo di Renzi, via alla scissione

L'ex segretario: «Lascio il Pd, non il governo». Zingaretti e Conte in allarme. Dal Nordest Rosato e (forse) Zan

 

IL MATTINO

Pd, l'addio di Renzi: ma sostengo al governo

“Lascio il partito per fare chiarezza”. Ma non tutti i fedelissimi lo seguono. Calenda: “Una scissione di Palazzo”

 

LA NAZIONE

Retata in curva Juve, mafia ultras

Ricatti al club e violenze: arrestati 12 capi. “Strategia criminale”

 

IL SECOLO XIX

Renzi annuncia: «Lascio il Pd» Il gelo di Conte: sono allibito

L'ex segretario dei Democratici chiama il premier: “Dai miei nuovi gruppi pieno sostegno al governo”