Come mai i lividi e gli ematomi cambiano colore?

Un ematoma (Getty Images).

Quando si ha un piccolo incidente, oltre al dolore lancinante comparirà sicuramente anche un livido o un ematoma, che durerà un paio di settimane e cambierà colore. Ma cosa succede esattamente sotto la superficie della pelle quando gli ematomi cambiano tonalità?

Un livido si verifica quando una sorta di trauma - come urtare il ginocchio o andare a sbattere da qualche parte con la punta del piede - danneggia i vasi sanguigni ma non danneggia la pelle. Piccoli vasi sanguigni chiamati capillari sono inseriti tra la pelle e altri tessuti del corpo, quindi quando questi esplodono, il loro contenuto viene intrappolato lì. Il lavoro che fa il corpo è quello di riassorbire il sangue fuoriuscito, portando alla fine il livido a guarire. E il processo di guarigione è colorato.

I capillari che hanno subito il livido rilasciano sangue fresco colorato di rosso dall'emoglobina, una proteina che trasporta l'ossigeno in tutto il corpo. Il sangue ricco di ossigeno fa apparire inizialmente la lesione rossastra. Ma dopo uno o due giorni senza circolazione, l'emoglobina inizia a rompersi, colorando il livido blu, viola o persino nero.

Mentre l'emoglobina intrappolata si rompe, il corpo essenzialmente lo ripropone per “i pezzi di ricambio”. Il ferro nell'emoglobina può essere usato per produrre nuovi globuli rossi, per esempio. Con quel ferro sparito, l'emoglobina decomposta si trasforma in biliverdina, un pigmento verde responsabile della tonalità verde oliva di un livido di una settimana.

Infine, il livido diventerà giallo o marrone chiaro per segnare la fine del processo di guarigione. Quel colore deriva dalla bilirubina, un sottoprodotto della disgregazione dell'emoglobina che è anche responsabile dell'ittero. Una volta che il fegato filtra la bilirubina, il livido dovrebbe svanire.

Che dire della forma del livido? Se hai mai avuto un colpo diretto da un paintball o hai sentito l'impatto di una battuta di una pastella da baseball, probabilmente hai visto un livido guarire a forma di ciambella, con un anello di lividi oscurati attorno a un'area centrale più chiara. Si chiama “schiarimento centrale” e succede quando il trauma è abbastanza grave da costringere il sangue ad allontanarsi dal punto di impatto.

La maggior parte dei lividi scompare da sola entro due settimane, ma in alcune situazioni potrebbe essere necessario l'aiuto di un medico. Uno di questi problemi è un ematoma, che sembra un livido ma può essere molto più pericoloso. Mentre un livido proviene da un danno ai capillari più piccoli, gli ematomi di solito derivano da un trauma più grave a un vaso sanguigno più grande.

Quando si verifica un ematoma, il sangue può effettivamente rimanere intrappolato nel tessuto che circonda il vaso sanguigno danneggiato. Un ematoma a livello della superficie può apparire come un nodulo rosso pieno di liquido o, nel caso di un ematoma subunguale, una macchia scura sotto l'unghia. Un ematoma più profondo, sebbene meno visibile, può rappresentare una minaccia per gli organi interni e può richiedere un intervento chirurgico per drenare il sangue.

Tuttavia, la maggior parte dei lividi e degli ematomi sono relativamente innocui a lungo termine. Per un sollievo a breve termine, il miglior trattamento è semplice: riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione rallentano l'emorragia e riducono il gonfiore. Dopo un paio di giorni, il passaggio dal ghiaccio al calore aiuterà a liberare il sangue intrappolato stimolando la circolazione. Oppure potresti anche non fare assolutamente nulla, rilassarti e guardare il tuo corpo lavorare con la sua magia.