Come Nike usa l’intelligenza artificiale per prevedere lo shopping dei clienti

Celect, compagnia che opera nel settore delle tecnologie predittive, è stata acquista dal colosso dell’abbigliamento sportivo. (Photo by Artur Widak/NurPhoto)

Anticipare le richieste dei consumatori. Per farlo Nike ha acquisito una società che sviluppa software, utilizzando l’intelligenza artificiale. Celect, compagnia che opera nel settore delle tecnologie predittive in ambito shopping al dettaglio e analisi della abitudini di acquisto è stata acquista dal colosso dell’abbigliamento sportivo.

L’analisi predittiva

Come già avviene in ambito industriale, l’analisi predittiva permette alle aziende grandi risparmi e può aiutarle a rendere più efficienti le loro proposte. Nata a Boston nel 2013, Celect mette a punto soluzioni Saas (software as a service, come servizio) che permettono ai rivenditori di ottimizzare gli inventari e la catena di distribuzione grazie all’analisi dei comportamenti di acquisto dei clienti a livello locale.

La diversificazione di Nike

Questa acquisizione aggiunge un ulteriore tassello alla diversificazione che Nike sta operando all’interno del mondo tecnologico da ormai qualche anno. Nel 2016 il famoso brand sportivo ha acquisito Virgin Mega, lo studio di design digitale finanziato dal Gruppo Virgin che ha dato una mano alla casa americana per potenziare la sua app Snkrs, interamente dedicata alle scarpe prodotte da Nike. A marzo scorso, il brand ha acquistato l’azienda americana Zodiac, che si occupa di analisi dati, per cercare di incrementare le proprie vendite online.

L’esperienza di acquisto più tecnologica

Ad aprile 2018, per rendere sempre più tecnologica e coinvolgente l’esperienza di acquisto online dei suoi clienti, Nike ha annunciato l’acquisizione della compagnia israeliana Invertex, che si occupa di computer-vision e grafica 3D, applicata al mondo dell’e-commerce.