Come perdere con successo scommettendo al gioco

webinfo@adnkronos.com

Milano, 04/02/2020 - Il mondo delle scommesse si è ormai espanso in maniera capillare e sempre più società investono aprendo nuovi punti di gioco, per non citare le infinite potenzialità nel giocare online. È fondamentale, quindi, riuscire a districarsi tra le potenziali impervie che questo universo può regalare, spesso accerchiato da piccole soddisfazioni ma che, nella maggior parte dei casi, può causare diverse problematiche. 

Ci si focalizzerà su come perdere con successo scommettendo al gioco, cercando di essere quanto più consapevoli possibile su come gestire il proprio modo di giocare, sia esso online che offline. Per stilare questa guida, ci si è riferiti all’esperienza e ai consigli del portale GallinaScommesse.it, da sempre in prima linea per un’esperienza di gioco sicura e non lesiva. 

I 9 errori più comuni quando si gioca 

1.Psicologia 

Tra gli errori più comuni quando si effettuano scommesse, vi è quello che in psicologia viene denominato il pregiudizio delle conferme; tale tendenza evidenzia le negazioni di fallimento delle proprie perdite passate. Infatti, il giocatore tende a giustificare il proprio modo di giocare con le teorie precedentemente applicate poiché, nel momento della scommessa persa, si focalizza sulle informazioni che possano motivare il proprio ragionamento iniziale. 

L'effetto psicologico di tale azione può essere molto dannoso, si consiglia di focalizzarsi sui dati oggettivi, come quote o valutazioni tecniche. L'esempio più semplice da applicare nel mondo calcistico è quello di dare attenzione a un range più ampio di partite e non solo alle ultime due, poiché il dato ad ampia scala garantisce una visione migliore delle potenziali giocate. 

2.Annotazioni 

La grande maggioranza degli scommettitori non tiene conto delle scommesse effettuate, concentrandosi solo sulla possibile vincita o sconfitta. È, però, importantissimo annotare ogni scommessa che si effettua su un block-notes o su un registro, così da poter esaminare con cura le giocate che sono risultate proficue e quelle, invece, inconcludenti. Si consiglia di annotare le seguenti caratteristiche di gioco: quote, scommessa, risultato, guadagno e perdite. Questi piccoli particolari possono dare anche un quadro perfetto delle spese e vincite durante l'anno. 

3.Istinto 

Quando si è legati emozionalmente a una squadra o ad un particolare sportivo, spesso si incorre nell'errore di scommettere assecondando il proprio istinto. È bene che ci si fermi un attimo ad analizzare la situazione: la scommessa non deve mai essere un fattore istintivo, che potrebbe offuscare le informazioni fondamentali su cui ragionare. Si consiglia di abbandonare le emozioni, le quali possono solo impedire una buona riuscita della scommessa. 

4.I bonus sono un malus 

In molti casi, nelle nuove iscrizioni online per scommesse, ci sono bonus di benvenuto o di giocata abbastanza invitanti. Anche se possono risultare allettanti a un primo sguardo, questi hanno in sé diversi punti deboli. Come prima controindicazione, c'è il fattore rischio maggiorato, infatti il giocatore, quando ha a disposizione un bonus superiore al 50%, tende a rischiare molto più, incrementando le possibilità di vincita o di sconfitta. 

Spada di Damocle sui bonus è la possibilità, nella maggior parte dei casi, di non poter prelevarli se non al raggiungimento della loro completa utilizzazione. Questo trasforma un bonus letteralmente in un malus, perché si rischia di più scommettendo e si aumentano le probabilità di perdita. Si consiglia di fare bene attenzione ai bonus potenzialmente malus. 

5.Giudizio degli altri 

Quando ci si ritrova nel mondo delle scommesse, è facile affidarsi ai consigli di altri scommettitori. È consuetudine scambiare informazioni utili per giocate specifiche o semplicemente perché si è amico di qualcuno che crede di essere esperto; la verità è che non bisognerebbe mai fidarsi di nessun consiglio esterno. La soluzione migliore è quella di attenersi alle statistiche e alle probabilità analizzate con il proprio cervello. Affidare, anche se indirettamente, il proprio denaro a pensieri di altre persone, non è mai la scelta corretta. 

6.Il raddoppio 

L'errore più comune quando si effettua una scommessa, è quello di raddoppiare la propria puntata dopo una scommessa persa di poco. Tale modo di agire è controproducente poiché, nel corso del tempo, i costi diventerebbero maggiori dei ricavi. Per maggiore chiarezza, ci si focalizzi su due fattori principali che rendono questo sistema fallace: 

•se si dovessero perdere 100€ nella prima scommessa, vuol dire che, nella seconda, si dovranno investire 200€, nella terza 400 e nella quarta 800; arrivati a questa cifra e sommando le giocate effettuate, ci si renderà conto che sono finiti i fondi; 

•i bookmaker, in molti casi, hanno delle restrizioni che non permettono un numero di scommesse perdenti consecutive, che andrebbe a limitare e a distruggere il piano iniziale. Si consiglia di non effettuare scommesse a raddoppio per un numero superiore ai due tentativi. 

7.Competenza e punti forti 

È consuetudine, nel mondo delle scommesse, essere ferrati in un particolare gioco o sport; spesso si hanno conoscenze calcistiche o tennistiche perché magari da piccoli si è stati giocatori di buon livello. Questa empatia con quel particolare sport, porta il giocatore a sentirsi più sicuro nello scommettere in quella categoria specifica, migliorando notevolmente le possibilità di vincita finale. Si consiglia di optare per uno sport o di scommettere su ciò a cui si è più vicini, in modo da essere quanto più consapevoli possibili sulla potenziale giocata finale. 

8.Cash out 

Difficilmente si può fare a meno di citare il cash out quando si tratta di scommesse. Questa particolare forma di scommessa, si avvicina fortemente alle scommesse live ma ha un'idea di fondo differente. Il cash out consiste nel poter riscuotere i propri soldi prima che la scommessa effettuata termini. Analizzandone la definizione, sembra tutto rose e fiori ma non è del tutto così, poiché i bookmaker si tutelano in diversi modi, tra cui vi è la chiusura unilaterale del cash out a loro piacimento e una limitazione sui costi di uscita delle vincite sotto una determinata soglia. 

Vera e propria utilità del cash out può essere riscontrata durante un errore di giocata: è, infatti, possibile poter correggere la puntata ritirando la scommessa e investendo su quella corretta. 

9.Divertimento 

Scommettere al gioco può essere un divertimento e spesso un piccolo cruccio personale, ma è bene ricordare sempre che si investono soldi guadagnati con il sudore della fronte. Molto spesso, si gioca per il semplice gusto di farlo, puntando su giocate impossibili e non analizzando dati e statistiche; questo può risultare divertente in approcci sporadici pure occasionali ma, se effettuato con costanza, può risultare poco intelligente e dispendioso. Si consiglia di scommettere consapevolmente solo quando si ha intenzione di vincere e non per il gusto di farlo. 

Perdere con successo scommettendo al gioco dipende molto dall'approccio al gioco stesso. Un contatto disinteressato e poco accorto, può risultare dispersivo e costoso; un contatto, invece, con il gioco intelligente e basato su dati e consapevolezza, è la miglior soluzione possibile. 

Per informazioni: 

Tahoba è un'azienda che lavora con la generazione di lead nelle scommesse. Gli utenti, sul sito, trovano con facilità e sempre aggiornate notizie, guide e probabilità di gioco, per facilitare l’esperienza di gioco online. 

Contatti: https://www.taho.ba/contact-us/