Come si fa il Parmigiano Reggiano

parmigiano reggiano
parmigiano reggiano

In tutto il mondo, Parmigiano Reggiano, è sinonimo di bontà e dedizione.
Simbolo incontrastato della qualità del cibo italiano, questo prodotto è il risultato di una lavorazione tramandata di generazione in generazione.
Ancora oggi, l’attenzione a tutti i passaggi della filiera è essenziale per garantire il sapore unico di questa eccellenza alimentare che vanta, tra le sue caratteristiche, importanti valori nutrizionali.

Dall’unione di tradizione e innovazione nasce il progetto de lagrandebottegaitaliana.com che permette di acquistare online il Parmigiano Reggiano e di riceverlo comodamente a casa.

La produzione del Parmigiano Reggiano

L’Azienda Agricola Mondo Piccolo, i cui prodotti sono commercializzati tramite La Grande Bottega Italiana, rappresenta un esempio chiaro di come viene realizzato un Parmigiano Reggiano a regola d’arte tramite il rigoroso controllo di tutta la filiera.

Un primo elemento fondamentale riguarda la gestione delle bovine da latte che, nel caso di Mondo Piccolo, sono più di 2000 e mantengono un’alimentazione 100% naturale. Frisone, Brune Alpine e Rosse Danesi si cibano al 65% di fieno, rigorosamente privo di anticrittogamici e antiparassitari. La loro dieta, per il restante 35%, comprende materie prime come mais, semi di lino e soia. Alimentazione di qualità significa latte di alta qualità, non sottoposto a trattamenti termici ne additivi.

Per realizzare una singola forma servono circa 550 litri di latte.
Il latte prodotto la sera e il mattino successivo è trasferito in caldaie di rame che hanno la forma di un campana rovesciata.
Si entra quindi nella fase di coagulazione, procedura che viene effettuata lentamente e naturalmente attraverso l’aggiunta di caglio e siero, ricco di fermenti lattici vivi. Per frammentare la cagliata viene utilizzato lo spino, un antico utensile.

Si arriva così alla cottura, fase che permette ai granuli caseosi di formare una massa unica sul fondo della caldaia con la quale, il casaro, realizza due forme. Dopo qualche giorno nella fascera, avvolte in tele di lino, le forme sono sottoposte alla salatura che mette fine al processo di produzione.

La stagionatura

Il periodo di riposo del Parmigiano Reggiano è fondamentale per fargli acquisire le sue peculiari caratteristiche. La stagionatura è anche il momento durante il quale, questo prodotto, diventa altamente digeribile.

La stagionatura parte da un minimo di 12 mesi per arrivare a oltre 30 mesi. Il tempo trascorso influenza in maniera significativa il risultato finale, sia a livello di struttura che di sapore. All’interno dello shop online de La Grande Bottega Italiana si possono sceglierne diverse tipologie e anche trovare anche utili consigli per gli abbinamenti migliori con piatti e vini.

La consegna protetta

Proteggere le caratteristiche organolettiche del Parmigiano Reggiano è fondamentale. Ecco perché La Grande Bottega Italiana presta molta attenzione anche alla spedizione: ogni prodotto viene spedito tramite corriere refrigerato, sotto vuoto e sotto azoto, preservandone la bontà fino all’arrivo in tavola.

I valori nutrizionali

L’accurato processo di lavorazione dà vita a un prodotto inimitabile, per sapore e non solo, che consente di soddisfare importanti esigenze nutrizionali.
Il Parmigiano Reggiano contiene, infatti, buone quantità di calcio, ferro, vitamine e magnesio, sostanze che aiutano a rafforzare il sistema immunitario, a prevenire l’osteoporosi e le fratture ossee. Le sue caratteristiche e l’apporto di energia assicurato lo rendono l’alimento ideale per donne in gravidanza e sportivi. La ridotta percentuale di lattosio fa in modo che possa essere consumato anche da chi è intollerante a questo macronutriente.
In generale, il Parmigiano Reggiano, risulta essere un alimento molto utile per aiutare persone di ogni età ad adottare un’alimentazione completa ed equilibrata.