Come si guida con il cambio automatico

guida con cambio automatico

La guida con il cambio automatico è sicuramente una delle innovazioni più importanti per quanto riguarda la guida. Molto più facile da usare rispetto ad un manuale, sempre più presente sulle macchine di serie di nuova generazione. In questa guida andiamo a scoprire il suo utilizzo e le principali differenze rispetto ad un cambio manuale. Sia a livello di utilizzo ma anche di impatto sulla guida, se la rende veramente più facile e confortevole rispetto al classico cambio manuale.

Guida con cambio automatico: utilizzo

L’utilizzo come già detto è più semplice rispetto al cambio manuale. La vettura è dotata di due pedali ossia quelli dell’acceleratore e del freno. Il cambio automatico esclude il pedale della frizione. La leva del cambio automatico si trova solitamente alla destra del conducente (nel tunnel centrale o alla destra del piantone di sterzo). Sul cambio si dovrebbero leggere le seguenti lettere: P,D,N,R. Queste iniziali indicano: parking (freno bloccato) drive (gestione automatica del cambio da parte del veicolo) neutral (folle) e reverse (retromarcia).

Le marce si selezionano spostando in avanti il selettore verso di sé e spostarlo nella marcia richieste se quest’ultimo si trova sul volante, altrimenti se si trova nel tunnel vi è un pulsante da premere che permette di ruotare la rotella nella posizione desiderata.

Partenza, Frenata e Parcheggio

Per partire è necessario spostare la leva su Drive tenendo premuto il piede sul freno. Dopo aver fatto ciò si gestisce l’andatura della macchina agendo solo su acceleratore e freno senza necessità di cambiare la marcia. Per frenare basta appunto togliere il piede dall’acceleratore e premere il pedale del freno. La frenata avviene con il piede sinistro e per facilitare la manovra le macchine sono dotate di un pedale del freno dal diametro più grande rispetto a quello dell’acceleratore.

Per parcheggiare occorre frenare fino a che la macchina non si sia fermata totalmente. Se necessario spostare il selettore su R per effettuare la retromarcia. Importante prima di spegnere il veicolo premere il pedale del freno e spostare il selettore su P (marcia bloccata). La folle viene utilizzata solamente per soste di alcuni minuti o se vi è il bisogno di essere rimorchiati.

Costo manutenzione e sicurezza

Il cambio automatico ha un costo più elevato del cambio tradizionale. Sui cataloghi ha un costo di 1000€ in più rispetto al manuale. Inoltre la sua manutenzione è più costosa per via della sua composizione che richiede conoscenza elettronica. Il cambio automatico regala come già detto più comfort in particolare in situazioni di guida stressanti come la città Il cambio sequenziale può anche essere divertente.

L’automatico è preferibile per un fattore di sicurezza poiché non dovendo staccare le mani per cambiare le marce il guidatore può concentrarsi maggiormente sulla guida. Il doppia-frizione è la perfetta rappresentazione di questo concetto. Ha quasi completamente sostituito il manuale in pista per via della straordinaria velocità di cambiata.

Abbiamo visto come si compone e si utilizza il cambio automatico e le principali differenze rispetto al manuale: ora a voi la scelta!