Come sono cambiate le abitudini dei giocatori negli ultimi 12 mesi

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·5 minuto per la lettura

In collaborazione con Casinoonline.it

L’ultimo anno caratterizzato dai lockdown e dalle ristrettezze dovute al rischio pandemico ha portato ad un’accelerazione della digitalizzazione in molti aspetti della nostra vita quotidiana.

Pensiamo per esempio alla tecnologia sviluppata in modo da sostituire sempre più repentinamente ogni aspetto del nostro vivere, dai siti ed app di servizi fino a quelle dedicate all’intrattenimento, la scelta è ogni giorno più ampia. Per quello che riguarda i giochi di casinò e le scommesse, il lockdown ha coadiuvato il sempre più rapido passaggio al mondo online. La tecnologia e in particolare i siti web come https://casinoonline.it/ sono diventati più popolari tra gli appassionati, aggiungendo nuovi giochi, bonus pasquali e funzionalità per aiutare i giocatori a divertirsi online in sicurezza.

Se pensiamo a come si sono evoluti i siti di casinò negli ultimi anni, non possiamo non notare il cambiamento delle abitudini riguardo il gioco da parte delle persone negli ultimi mesi. L’abitudine, a volte un vero e proprio rituale, della schedina in ricevitoria ha ovviamente visto un calo delle utenze a favore delle sempre più numerose puntate fatte tramite siti di scommesse. Lo stesso vale per i casinò i quali restando chiusi a causa delle restizioni permettono a migliaia di appassionati del poker e della roulette di crearsi un account e scoprire le numerose offerte disponibili in rete.

Il periodo pasquale ha indubbiamente attirato molti curiosi che per la prima volta si sono iscritti a siti di casinò, approfittando dell’ impossibilità a spostarsi e delle festività comandate. Molti nuovi utenti hanno scaricato app di casinò sul proprio smartphone, approfittando di numerose offerte di benevenuto e bonus di Pasqua. I giocatori abitudinari hanno invece consolidato la propria passione con un boom di accessi e di puntate nei giorni del fine settimana.

Ovviamente i siti e le app di casinò hanno provveduto a creare nuovi giochi sia per quanto riguarda le slot che le principali attrazioni. Su tutte ricordiamo la roulette, il poker e numerosi giochi da tavolo virtuali. I principali operatori di casinò online offrono inoltre modalità di gioco interattivo con le quali si può restare in contatto con gli operatori della casa da gioco per eventuali dubbi e chiarimenti.

Andando più nel dettaglio riguardo i numeri del cambio di tendenza nel mondo dei giochi, pare che oltre il 35% degli appassionati della ricevitoria abbiano dichiarato di aver ridotto le proprie abitudini di gioco durante l’ultimo anno, caratterizzato dalla pandemia. Addirittura il 22% di coloro che frequentavano luoghi fisici quali bar, tabaccai o ricevitorie per scommettere affermano di aver interrotto la propria attività durante il lockdown. Insomma forse non tutti si sono convertiti al mondo online, almeno non ancora, ma sicuramente presto ci saranno altre sorprese per gli appassionati dei casinò online. Per esempio, il Google Play Store ancora non permette di scaricare app di giochi con soldi veri sul proprio smartphone, al momento si deve scaricare un file Apk dal sito ufficiale della casa da gioco e poi si può fare il download dell’app. Recentemente il colosso di Mountain View ha esteso questa licenza a paesi come gli Stati Uniti, la Francia e molti altri europei e non, chissà che presto non sia possibile dunque giocare da un app scaricata direttamente dal Play Store anche nel nostro paese.

Tra gli aspetti di cui conviene tenere conto quando si parla di gioco d’azzardo c’è sicuramente quello della spesa a cui si va incontro. Pare infatti che in questo periodo ci sia stato un netto aumento della spesa online per usufruire di giochi da casinò. Tra i possibili complici di questa tendenza la chiusura forzata delle attività, il lavoro da casa e l’ininterrotta presenza di dispositivi connessi ad internet H24. Quasi il 30% delle persone che abitualmente giocano, hanno dichiarato di avere problemi a regolarsi nelle spese e nel tempo dedicato allo svago, il quale tristemente rischia di trsformarsi in ossesione. Per questo è fondamentale cercare di dosare la propria attività con Pc e smartphone, concedendosi una pausa di tanto in tanto, magari leggendo un buon libro o facendo un pò di ginnastica, tanto per citare alcune delle altre attività che sono aumentate tra gli italiani nell’ultimo periodo.

Parrebbe quindi che tra i giocatori più abitudinari la tendenza non sia cambiata particolarmente, nemmeno durante l’ultimo anno caratterizzato dai lockdown. I pochi che ancora si recavano assiduamente al tabaccaio o in ricevitoria per scommettere hanno continuato a farlo, mentre tra coloro che già prima prediligevano internet, l’affluenza rimane alta con ampia tendenza all’aumento.

Veniamo infine all’aspetto più pratico, quello legato alla modalità di gioco. Il tipo di dispositivo utilizzato e il luogo in cui lo si usa costituiscono un aspetto fondamentale dell’esperienza di gaming. Fermo restando al gioco d’azzardo, senza scomodare gli E-Games, i computer e i tablet si confermano tra gli apparecchi maggiormente utilizzati per sessioni di gioco prolungate, se ne deduce che lo smartphone si caratterizza invece per la versatilità nelle giocate rapide, magari nella pausa pranzo o durante un momento di tranquillità durante la giornata.

Tra coloro che si dilettano con il gioco online, oltre il 75% è di sesso maschile, la fascia d’età più rappresentata è quella tra i 25 ed i 35 anni. Tendenza simile per chi invece preferisce il cosiddetto gioco on-site, dove il 62% dei giocatori sono uomini, con una età media compresa tra i 45 ed i 55 anni.

Alcune di queste stime sono state prese da articoli che riportano i risultati del questionario GAPS #iorestoacasa, sollecitato dall’Istituto di fisiologia clinica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ifc), dall’Associazione nazionale Comuni italiani (Anci), da alcune Regioni e da altri soggetti istituzionali coinvolti nel monitoraggio e nella prevenzione dei rischi correlati al gioco d’azzardo.