"Come una nonna per noi". Il ricordo dei britannici di fronte al feretro di Elisabetta

Le ore passano e la fila continua a scorrere: infinita,  incessante. Gli inglesi sono accorsi a salutare in massa la loro sovrana

Ma a dispetto del serpentone chilometrico che si snoda attorno a Westminster Hall, per l'ultimo saluto a Elisabetta II, l'atmosfera è di raccoglimento e rispetto, e il silenzio pressoché totale nonostante le lunghe attese.

"È stato molto tranquillo. Molto rispettoso" racconta Christine Hinze, un'anziana venuta a omaggiare il feretro reale. "Nessuno parlava davvero. Solo persone che porgevano i loro omaggi è stato tutto molto commovente"''

È stata un'esperienza meravigliosa. Volevamo renderle omaggio ed è quello che abbiamo fatto. So di non averla mai incontrata di persona. Ma è come se fosse una nonna. La vedo come una nonna per me ed era una donna meravigliosa, forte e potente

Un minuto di raccoglimento per Elisabetta II si è tenuto anche alle Nazioni Unite.

Il Segretario Generale Antonio Guterres ha rimarcato il suo ruolo di plasmatrice del Commonwealth.

"La prima parte di un regno straordinario - ha detto Guterres - ha visto molte nazioni ottenere l'indipendenza dalla Gran Bretagna e la formazione del Commonwealth, un gruppo multilaterale diversificato. I membri del Commonwealth sono tra i più fermi sostenitori delle Nazioni Unite, e anche oggi siamo in lutto con loro".

Il Principe e la Principessa del Galles, William e Kate, hanno visitato Sandringham, in Inghilterra, per ringraziare gli abitanti del luogo per l'affetto dimostrato in una delle località in cui la famiglia reale ha una residenza