Come viaggiare insieme ai propri animali senza farli soffrire

Per tutti i possessori di animali domestici, l'estate è spesso una stagione critica: a parte la difficoltà di trovare strutture adatte dove passare le vacanze (anche se la tendenza sta nettamente migliorando), uno dei problemi più grandi è sempre quello di garantire ai nostri amici a quattro zampe il maggior comfort possibile. Per questo motivo l'ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) e la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente hanno stilato un vademecum estivo, che vuole proteggere i migliori amici dell'uomo da comportamenti sbagliati (quando non proprio criminali) dei propri padroni.

Guarda la prova su strada della nuova Kia Carens

C'è da dire, infatti, che non siamo solo noi a soffrire particolarmente il caldo: cani e gatti sudano e accelerano il ritmo respiratorio proprio come gli esseri umani. Per questo è bene garantire loro una zona ombreggiata e ventilata, ma anche acqua fresca e cibo leggero. Un'azione da evitare assolutamente, poi, è quella di lasciare un animale da solo dentro una vettura: in piena estate la temperatura dell'abitacolo (nonostante i finestrini aperti) può arrivare a toccare i 70 gradi, diventando un vero e proprio "forno" per chiunque rimanesse a lungo all'interno. Chiunque notasse un quadrupede in queste condizioni, dovrebbe quindi fare particolare attenzione: nel caso ci si accorgesse di eventuali problemi di respirazione dell'animale o di una sua generale spossatezza, allora saremmo in presenza, con ogni probabilità, di un pericolosissimo colpo di calore. Non è raro che cittadini abbiano rotto il finestrino per prestare soccorso all'animale in difficoltà: in tali circostanze, molte associazioni forniscono sostegno legale, considerando prioritaria la salvezza del quattro zampe.

Ad ogni modo, l'intervento in caso di ipertermia (ovvero quando l'animale ha la pelle che scotta e difficoltà a stare in piedi e a respirare) è piuttosto semplice: bisogna infatti abbassargli la temperatura corporea, utilizzando acqua fresca oppure contenitori di ghiaccio sintetico, coprendoli prima con un asciugamano (o qualche altro tessuto leggero) per prevenire ustioni da freddo.

Ecco la nuova Fiat 500L Living

Evitate, poi, di sottoporre i vostri amici a quattro zampe a sforzi eccessivi, specialmente nelle ore più calde: oltre al colpo di calore, le povere bestiole potrebbero infatti ferirsi le zampe con l'asfalto rovente. Portate quindi con voi una bottiglietta d'acqua e una ciotola, per permettere all'animale di dissetarsi. Non sottovalutate neanche i raggi solari, dato che anche cani e gatti possono scottarsi, proprio come noi umani: applicate quindi loro della crema solare (ad alta protezione) nelle zone più sensibili e a rischio, come le punte delle orecchie e dove c'è poco pelo. In caso di dubbio, infine, non esitate a contattare un veterinario, che potrà darvi utili indicazioni e consigli ulteriori.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli