Superlega, la nota UEFA: 'Stiamo valutando cosa fare'. Ceferin: 'Europei con il pubblico'. Le nuove sedi

·2 minuto per la lettura

Dopo il fallimento della Superlega appena creata e la vittoria conquistata da parte dell'Uefa sui 12 club ribelli, il presidente Aleksander Ceferin oggi si trova a Montreux, in Svizzera, dove si sta tenendo il nuovo Comitato Esecutivo della UEFA. All'ordine del giorno le decisioni sulle città degli Europei di calcio, ma inevitabilmente tra i temi d'attualità si parla anche della reazione alla nascita del progetto di Perez e Agnelli.

14.10 LA NOTA UFFICIALE -- Nel corso del Comitato Esecutivo UEFA tenutosi oggi in videoconferenza si è parlato anche del progetto Superlega. All'argomento è dedicata la parte finale del comunicato emesso dalla confederazione calcistica europea. “Il Comitato Esecutivo UEFA è stato aggiornato sugli ultimi sviluppi della cosiddetta Superlega, comprese le opzioni a disposizione della UEFA e i passi che sta considerando di fare in futuro”.​

14.10 FINE DEI GIOCHI - Concluso il Comitato Esecutivo, la riunione si è chiusa ufficialmente pochi minuti fa.

13.40 LE PAROLE DI CEFERIN - Gli Europei di calcio si disputeranno con i tifosi, ovviamente in maniera parziale, sugli spalti. Aleksander Ceferin, presidente della UEFA, commenta così al sito ufficiale della confederazione: “Abbiamo lavorato in maniera diligente con le federazioni e le autorità locali dei vari Paesi, per garantire un ambiente sicuro e di festa in occasione delle partite e sono davvero felice che potremo riaccogliere gli spettatori in occasione di tutte le partite per celebrare il calcio nazionale nel continente”.​

133.15 SIVIGLIA E SAN PIETROBURGO SEDI SCELTE - Siviglia e San Pietroburgo sono le sedi scelte dall’Uefa per ospitare le partite di Euro 2020 dopo la rinuncia di Bilbao e Dublino per non poter garantire la presenza di tifosi negli stadi.​

12.50 NESSUNA SANZIONE CONFERMATA - Nessuna sanzione sportiva nei confronti dei 12 club: la UEFA ha deciso di non prendere sanzioni sportive nei confronti dei 12 club interessati dal progetto Superlega. Ulteriori azioni verranno valutate in futuro.​

12.20 PERICOLO GIUDIZIO ETICO - Il presidente Ceferin ha escluso sanzioni per i 12 club ribelli ma l’Uefa potrebbe ricorrere a un giudizio etico

11.35 CONFERMATA MONACO Nessun problema per la Germania, la cui città di riferimento per l'Europeo è stata confermata dal Comitato Esecutivo UEFA.

11.40 NIENTE BILBAO, C'E SIVIGLIA - Bilbao perde gli Europei, ma la Spagna recupera con Siviglia: annuncio che arriva dall’account di Zibi Boniek, vicepresidente e componente del Comitato Esecutivo della UEFA.

11.20 NIENTE MANCHESTER PER GLI EUROPEI - Dublino rinuncerà in via definitiva alle sue gare per gli Europei, che però non andranno all'Inghilterra, pronta ad accoglierle: Secondo le ultime indiscrezioni, sarà invece San Pietroburgo a vedere raddoppiate le partite in programma, niente Manchester proprio per la questione Superlega.

11.10 NESSUNA SANZIONE PER I RIBELLI - Niente sanzioni esemplari nei confronti dei 12 club ribelli, come chiesto a gran voce dagli altri club: improbabile l'esclusione del Real Madrid dalle semifinali di Champions, gli spagnoli e la Juve non rischiano la partecipazione alla prossima edizione della manifestazione.