Comitato Famiglie disabili: bocciata richiesta di test e tamponi

Lzp

Milano, 4 giu. (askanews) - Il Comitato Famiglie Disabili Lombarde denuncia la bocciatura in Commissione Sanit della mozione Pd che chiedeva un maggior impegno per il mondo della disabilit, in particolare sul fronte dei tamponi e dei test per far ripartire i servizi domiciliari.

"Anche ieri, la Commissione Sanit del Consiglio Regionale si resa protagonista di una nuova farsa. stata infatti bocciata la mozione del Pd che chiedeva un maggiore impegno per il mondo della disabilit da parte della Regione, oltre quanto stabilito dalla Delibera di Giunta adottata il 26 maggio scorso", afferma Fortunato Nicoletti, presidente del Comitato, che rappresenta circa 1.000 famiglie, su circa 10.000 disabili gravissimi registrati in Regione. In particolare, secondo Nicoletti, per approvare la mozione sarebbe stato chiesto di "cassare" la parte relativa alla sorveglianza sanitaria, cio l'esecuzione di test e tamponi che il Comitato chiede da pi di due mesi per far ripartire i servizi domiciliari.

"Le opposizioni non hanno voluto accettare quella che sarebbe diventata una mozione monca e probabilmente iniqua e la maggioranza, pertanto, ha incredibilmente e vergognosamente bocciato entrambe le mozioni, e a confermare, ancora una volta, la totale intolleranza verso la pratica della sorveglianza e del monitoraggio sanitario, anche verso la pi fragile delle categorie: le persone con disabilit", denuncia Nicoletti. "Non resteremo pi inermi - conclude - di fronte a questo scempio. Se non ci saranno immediate risposte nella direzione giusta, porteremo le famiglie in piazza e non faremo pi sconti. A nessuno".