Comm. Ue presenta piano biologico: 25% terreni bio entro 2030

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 mar. (askanews) - La Commissione Europea ha presentato oggi un piano d'azione per lo sviluppo della produzione biologica. Il suo obiettivo generale è aumentare la produzione e il consumo di prodotti biologici, per raggiungere il 25% dei terreni agricoli in agricoltura biologica entro il 2030, nonché aumentare in modo significativo l'acquacoltura biologica. Attualmente la media di terreni agricoli bio negli Stati membri è dell'8,5% e l'Italia è già al 15,2%.

La produzione biologica, si legge in una nota della Commissione, comporta una serie di importanti vantaggi: i campi biologici hanno circa il 30% di biodiversità in più, gli animali allevati biologicamente godono di un grado più elevato di benessere animale e assumono meno antibiotici, gli agricoltori biologici hanno redditi più elevati e sono più resilienti ei consumatori sanno esattamente cosa fanno stanno ottenendo grazie al logo biologico dell'UE. Il piano d'azione è in linea con il Green Deal europeo e le strategie Farm to Fork e Biodiversità.

Il piano d'azione è progettato per fornire al settore biologico già in rapida crescita gli strumenti giusti per raggiungere l'obiettivo del 25%. Propone 23 azioni strutturate attorno a 3 assi - stimolare i consumi, aumentare la produzione e migliorare ulteriormente la sostenibilità del settore - per garantire una crescita equilibrata del settore.

La Commissione incoraggia gli Stati membri a sviluppare piani d'azione nazionali per il biologico per aumentare la loro quota nazionale di agricoltura biologica. Esistono differenze significative tra gli Stati membri per quanto riguarda la quota di terreni agricoli attualmente in agricoltura biologica, che vanno dallo 0,5% a oltre il 25%. I piani d'azione nazionali per il biologico integreranno i piani strategici nazionali della PAC, definendo misure che vanno oltre l'agricoltura e ciò che viene offerto nell'ambito della PAC.