Commerzbank, nuovo Ceo intende tagliare 10.000 posti di lavoro

·1 minuto per la lettura
Il logo Commerzbank AG a Francoforte

FRANCOFORTE (Reuters) - Il nuovo Ceo di Commerzbank , Manfred Knof, vuole tagliare 10.000 posti di lavoro e chiudere centinaia di filiali nell'ambito di una riorganizzazione annunciata solo poche settimane dopo il suo insediamento alla guida della seconda banca tedesca.

Il piano di ridurre il personale di un quarto e tagliare la rete di sportelli da 800 a circa 450 sarà finalizzato entro il 3 febbraio, si legge in una nota.

Commerzbank ha precisato che i piani sono ancora oggetto di discussione ma sono stati resi noti dopo indiscrezioni stampa uscite oggi.

"Ridurremo completamente la complessità e taglieremo i costi. I nostri obiettivi sono molto ambiziosi", dice Knof nel comunicato.

Salvata dallo stato durante l'ultima crisi finanziaria, Commerzbank aveva già preso in considerazione la riduzione di migliaia di posti di lavoro e la chiusura di centinaia di sportelli.

Questi piani tuttavia sono stati bloccati l'anno scorso dopo che la rivolta di un gruppo di investitori ha portato alle dimissioni dei precedenti Ceo e presidente.

Knof è arrivato in Commerzbank l'1 gennaio, dopo una lunga carriera in Allianz, che aveva lasciato nel 2019 per passare a Deutsche Bank per la quale aveva guidato le attività retail tedesche.

(In redazione a Milano Sabina Suzzi, Gianluca Semeraro)