Commissari europei cantano ‘Bella Ciao’, Salvini: “Spettacolo indegno”

denuncia salvini

Paolo Gentiloni e i commissari europei hanno cantato “Bella Ciao” in Parlamento, scatenando le reazioni di Giorgia Meloni prima e Matteo Salvini poi. In particolare, il leader leghista ritiene che si tratti di uno “spettacolo indegno”. Infatti, ospite a Stasera Italia, il leghista commenta: “Rappresentano 500 milioni di cittadini europei…è uno spettacolo indegno”. Ma ben presto arrivano ulteriori repliche da Nicola Zingaretti e Carlo Calenda.

Bella Ciao, commento di Matteo Salvini

Matteo Salvini, in un convegno all’Ue, commenta il comportamento dei Commissari europei che hanno cantato Bella Ciao in Parlamento. Il leghista esordisce dicendo: “A gennaio conto di vincere come centro-destra in Calabria ed Emilia-Romagna e cambia la storia”. Poi il leghista replica alla proposta di Marcello Pera sulla possibile riunione di tutto il centro-destra: “Facciamola, magari un 25 aprile, in risposta a Bella ciao”. Ma ben presto giungono le repliche delle altre forze politiche. In particolare da Facebook arriva il commento di Zingaretti e da Twitter quello di Calenda.

Il segretario del Pd ha scritto su Facebook: “Caro Salvini, se vivi in un Paese democratico è anche perché ci sono stati tante e tanti che hanno perso la vita cantando Bella ciao per la nostra libertà. Non offendere una storia italiana che è di tutti”.


Calenda, invece, ha scritto su Twitter: “A tutti quelli che si accingono a rispondere a #Salvini e #Meloni sui Commissari che cantano #BellaCiao: vogliono iniziare un’altra polemica sul nulla. Ricordare sempre: senza polemiche non esistono. Non lavorano, non si preparano, non propongono soluzioni. Vivono di cagnara”.