Commissione Bilancio, Donno si dimette da capogruppo: "M5S penalizzato"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"L'esito delle votazioni per il rinnovo degli Uffici di Presidenza delle 14 Commissioni Parlamentari Permanenti, vede il MoVimento 5 Stelle fortemente penalizzato". Lo scrive Leonardo Donno in una lettera al capogruppo M5s della Camera Davide Crippa in cui comunica le sue dimissioni da capogruppo in commissione Bilancio "con effetto immediato".

Donno spiega: "Ritengo che tale esito, sia frutto di un mancato/scarso coinvolgimento del gruppo parlamentare, portando avanti una trattativa che doveva e poteva avere un esito diverso. Ho trovato poi veramente discutibile l'imposizione di uno 'spostamento tattico' di colleghi che non condividevano alcune scelte. Una brutta pagina per il gruppo parlamentare del M5S". L'esponente del M5S prosegue: "Ritengo, inoltre, che questo direttivo (che aveva buoni propositi all'inizio di questa esperienza), abbia, di fatto, fallito a causa di autoreferenzialità e mancato ascolto del gruppo parlamentare, imponendo spesso scelte non condivise dai colleghi e dal sottoscritto".

"Il malumore crescente di questi mesi, è rimasto evidentemente inascoltato ed ha portato a diversi scontri all'interno del gruppo parlamentare e, purtroppo, all’abbandono di alcuni componenti in altri partiti. C'è una sostanziale differenza tra "capo" e "leader"", si legge ancora nella lettera di Donno.

"È evidente che il ruolo del "capo", lo avete esercitato in maniera egregia, creando però spaccature enormi all'interno del gruppo....", conclude.