Commissione europea rivela opzioni per punire Polonia su stato di diritto

·2 minuto per la lettura
La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen a Bruxelles

(Reuters) - La Commissione europea ha rivelato le opzioni a disposizione, che vanno dalle azioni legali al ritiro di finanziamenti, per rispondere alla sentenza di un tribunale polacco che mina la supremazia della legge Ue, sottolineando che agirà per proteggere i valori comuni del blocco.

"La Commissione europea, al momento, sta valutando attentamente questa decisione", ha detto la presidente Ursula von der Leyen.

"Tuttavia, posso già dirvi: sono profondamente preoccupata", ha detto parlando al Parlamento europeo a Strasburgo, in attesa di un discorso da parte del primo ministro polacco Mateusz Morawiecki.

"Questa sentenza mette in dubbio le fondamenta dell'Unione europea. È una sfida diretta all'unità dell'ordine legale europeo", ha aggiunto.

Von der Leyen ha detto che la prima opzione è una cosiddetta procedura d'infrazione, per la quale la Commissione europea presenta legalmente un appello alla sentenza della Corte costituzionale polacca.

Un'altra opzione è l'applicazione del meccanismo di condizionalità e di altri strumenti finanziari, attraverso i quali impedire alla Polonia l'accesso a fondi provenienti dal bilancio Ue e dai Recovery fund post-pandemici.

"Si tratta del denaro dei contribuenti europei. E se la nostra Unione sta investendo più che mai per accelerare la nostra ripresa collettiva, dobbiamo proteggere il bilancio dell'Unione da violazioni dello stato di diritto", ha detto von der Leyen.

La presidente della Commissione ha aggiunto che una terza opzione è l'applicazione dell'Articolo 7 dei trattati del blocco, secondo i quali i diritti degli stati membri, tra cui anche il diritto di votare su decisioni Ue, possono essere sospesi in seguito a una violazione dei valori fondamentali del blocco.

"La Corte costituzionale polacca che oggi ha sollevato dubbi sulla validità del nostro trattato è lo stesso tribunale che, sotto l'Articolo 7, non considereremo come indipendente e legittimo", ha detto. "In molti modi, si torna al punto di partenza".

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli