Commissione sanità R. Lombardia: dati ricoveri da contesto guerra

Lzp

Milano, 19 mar. (askanews) - I numeri dei ricoveri da coronavirus in Lombardia, oltre 7.500 di cui oltre mille in terapia intensiva secondo una nota della Regione, "sono da contesto di guerra. Gli ospedali non riescono a stare dietro a questa situazione: ogni nuovo posto letto creato, viene subito occupato". E' quanto afferma il Presidente della III Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia, Emanuele Monti (Lega) al termine della riunione cui hanno partecipato in videoconferenza l'assessore al Welfare Giulio Gallera e l'assessore alla Protezione civile, Pietro Foroni.

"Occorre innanzitutto stare a casa", ribadisce Monti, ricordando che il governatore Fontana sta già chiedendo al ministero dell'Interno nuove misure per contenere la mobilità.

In Commissione è stato poi affrontato il tema dei tamponi. "Ne abbiamo fatti in tutto 49mila, il personale sanitario ci chiede giustamente di poterli fare su tutti coloro che lavorano, in ospedale, e io sono favorevole a questo. Tuttavia, l'Istituto superiore di Sanità ha dato disposizioni di farli solo a chi presenta sintomi. Quindi al momento, finché non cambieranno, dobbiamo eseguire queste disposizioni" sottolinea Monti.

Infine per quanto riguarda le mascherine, "ne abbiamo recuperate ad oggi, come ha spiegato l'assessore Gallera, circa 4,5 milioni. Ma non sono ancora sufficienti. Ringraziamo il Politecnico di Milano e il Rettore, che hanno dato disponibilità per il progetto di sostenere la produzione di nuove mascherine assistendo le aziende anche nelle riconversioni".