Commissione Segre,Lamorgese:sono sdegnata,astensioni rattristano

Tor

Roma, 1 nov. (askanews) - "E' inaccettabile che in un Paese che ha costruito la propria Carta dei Valori sul rifiuto di ogni forma di discriminazione, si tenti di riportare, anche con una inaudita violenza verbale, le lancette dell'orologio a una tragica e vergognosa pagina della storia". Lo ha dichiarato a Repubblica la ministra dell'Interno Luciana Lamorgese, a proposito della mancato consenso bipartisan alla commissione di inchiesta contro l'odio razziale e la violenza proposta dalla senatrice a vita Giliana Segre, sopravvissuta al campo di sterminio nazista di Birkenau.

"Provo uno sdegno profondo - ha affermato Lamorgese- per le parole d'odio indirizzate sui social alla senatrice Segre. L'ho voluta incontrare personalmente per rinnovarle tutta la mia solidarietà. E il voto del Senato sulla commissione rappresenta sicuramente un passo in avanti, che però andava condiviso da tutti partiti. Le astensioni mi hanno profondamente rattristata".