##Commissione Ue: Polonia mina stato di diritto, pronti a misure -3-

Loc

0, 24 gen. (askanews) - "La nostra posizione - ha continuato il portavoce della Commissione - è stata chiara fin dall'inizio. Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni in diverse occasioni. In una lettera del 19 dicembre, la vicepresidente della Commissione Vera Jourova (responsabile per lo Stato di diritto, ndr) aveva chiesto alle autorità polacche di non portare avanti la legge senza un'adeguata consultazione".

"Continuiamo a seguire da vicino gli sviluppi e analizzeremo il testo finale della legislazione adottata ieri per verificare che rispetti il diritto Ue. La Commissione non esiterà ad adottare le misure appropriate, se necessario", ha sottolineato Wigand.

Quanto alla sentenza di ieri, il portavoce ha aggiunto: "La Commissione è a conoscenza della decisione della Corte suprema relativa ai giudici nominati dal nuovo Consiglio nazionale della Magistratura. Non commentiamo le decisioni dei tribunali nazionali; ma gli ultimi sviluppi dimostrano ancora una volta l'urgenza di impegnarsi in un dialogo corretto e costruttivo per risolvere le questioni aperte. La vicepresidente Jurova - ha annunciato - sarà in Polonia la settimana prossima, ed è pronta a dialogare con le autorità polacche sulle questioni dello stato di diritto". (Segue)