Commissione Ue, von der Leyen chiede voto fiducia di Strasburgo -2-

Loc

Strasburgo, 27 nov. (askanews) - Von der Leyen ha ricordato anche di aver affidato al commissario italiano, Paolo Gentiloni, "la messa in opera degli obiettivi Onu per lo sviluppo sostenibile". "Lui ci crede, e io credo in lui", ha detto, senza citare il ruolo di Gentiloni nella sorveglianza dei bilanci degli Stati membri.

La presidente eletta ha menzionato l'importanza della "flessibilità permessa dal Patto di Stabilità", aggiungendo che bisognerà "dare tempo e spazio per sviluppare le economie e per le riforme strutturali".

Sulla digitalizzazione, von der Leyen ha propugnato uno slancio in avanti dell'Ue, con uno sforzo comune per l'innovazione, per restare leader globale. Accogliendo una domanda del Parlamento europeo, la presidente designata ha poi accettato di aggiungere "Cultura e Istruzione" nel nome del portafogli della commissaria bulgara Mariya Gabriel su Innovazione, Ricerca e Giovani. (Segue)