Commissione Usa: in Cina, crimini contro l'umanità nello Xinjiang

A24/Pca

New York, 8 gen. (askanews) - Il Congressional-Executive Commission on China (Cecc), il comitato bipartisan statunitense che monitora il rispetto dei diritti umani in Cina - di cui fanno parte anche 18 parlamentari - ha dichiarato nel suo rapporto annuale, pubblicato oggi, che ci sono "forti ragioni" per credere che la Cina abbia commesso "crimini contro l'umanità" nella regione dello Xinjiang, dove è in atto la repressione degli uiguri e di altre minoranze.

All'inizio di dicembre, la Camera degli Stati Uniti ha approvato, con un solo voto contrario, un disegno di legge che prevede "sanzioni mirate" per le autorità cinesi responsabili di "detenzione arbitraria e tortura" ai danni degli uiguri (minoranza musulmana). È ora atteso il passaggio in Senato, che aveva approvato, in precedenza, una versione meno dura della proposta di legge.