Como, 1.500 kg di alimenti sequestrati al valico di Oria Valsolda

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 ott. (askanews) - I funzionari dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli e i militari della guardia di finanza hanno sequestrato circa 1.500 kg di prodotti alimentari al confine italo-svizzero di Oria Valsolda, nel Comasco. Lo hanno riferito le stesse fiamme gialle, spiegando che i prodotti erano su un van guidato da un uomo di origini marocchine residente in Olanda che li stava trasportano nel nostro Paese.

Tra gli alimenti," sfusi, in cattive condizioni e privi di qualunque informazione in ordine alla loro tracciabilità", c'erano miele, olio, burro di arachidi, olive, farine, spezie, frutta e ortaggi ma anche 80 scatole di lamette da barba, per un totale di ventimila pezzi, prive di marcatura CE.

L'uomo alla guida del mezzo è stato sanzionato per contrabbando in evasione di dazi e Iva all'importazione, di inosservanza in materia di applicazione della legislazione sanitaria sugli alimenti e sui mangimi, di inosservanza in materia di messa a disposizione e posizionamento delle informazioni obbligatorie sugli alimenti (etichettatura).

Tutta la merce è stata sequestrata ai fini della confisca e i prodotti alimentari sono stati immediatamente avviati a distruzione sotto controllo doganale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli