Como: maxi sequestro 67mila giocattoli pericolosi

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Como, 2 apr. (Adnkronos) – Sono oltre 67mila i prodotti potenzialmente pericolosi sequestrati dalla Guardia di Finanza di Como con l’approssimarsi delle festività pasquali in alcuni esercizi commerciali. I controlli miravano a scoprire se nelle uova di Pasqua destinate ai minori potessero finire sorprese prive dei requisiti di sicurezza. In un maxi emporio di Como, ad esempio, sono stati trovati e sequestrati giocattoli destinati ai più piccoli (ovetti in plastica e statuette di pulcini e coniglietti) privi del marchio Ce e delle relative dichiarazioni di conformità, che consentono la libera circolazione di tali prodotti all'interno dell’Unione Europea.

Tra le merci in sequestro anche articoli di bigiotteria, collane, orecchini e braccialetti, privi delle dovute indicazioni di provenienza, delle istruzioni per l’uso e delle composizioni merceologiche e oltre 12mila cartine per tabacco, vendute sottobanco, in completa evasione d’imposta, in mancanza della prevista licenza da parte dell’agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli.

Al termine delle attività, il rappresentante legale della società è stato segnalato alla Camera di Commercio di Como-Lecco per le sanzioni che oscilla rispettivamente da 1.500 euro a 10.000 euro e da 516 euro a 25.823 euro, nonché all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, che comminerà una sanzione il cui importo oscilla da 5.000 euro a 10.000 euro.