Como, sequestrati 40mila pezzi bigiotteria e giocattoli tossici

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 apr. (askanews) - Quarantamila articoli di bigiotteria e giocattoli contenenti sostanze chimiche potenzialmente pericolose sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Como.In particolare, i "Baschi Verdi" di Como e i Funzionari dell'A.T.S. Insubria, nel corso dell'accesso eseguito presso un maxi-emporio di Arosio (CO), hanno rinvenuto 21mila articoli di bigiotteria (tra cui orecchini, perline e ciondoli), privi delle dovute indicazioni di provenienza, delle istruzioni per l'uso e delle composizioni merceologiche, le quali attestano la conformità dei prodotti agli standard di sicurezza nazionali. Tra le merci in sequestro anche 19mila giocattoli privi del marchio CE, delle istruzioni per l'uso e delle relative dichiarazioni di conformità, le quali consentono la libera circolazione e la commercializzazione degli stessi all'interno dell'Unione Europea.

Tali prodotti ludici, non essendo stati sottoposti a verifiche tecniche previste dalla normativa europea e contenendo composti chimici potenzialmente irritanti potevano rivelarsi pericolosi per la salute dei più piccoli.