Compagnie aeree chiedono a G7 di allentare misure anticovid a frontiere

·1 minuto per la lettura
Un Airbus A310 visto attraverso il finestrino di un altro velivolo.

PARIGI (Reuters) - Le compagnie aeree globali chiedono ai Paesi G7 di concordare l'uso di metodi più flessibili basati sui dati nel decidere se tenere chiuse le frontiere in risposta al Covid-19, piuttosto che mantenere regole generali che rendono disagevoli i viaggi.

Il responsabile dell'International Air Transport Association, Willie Walsh, ha detto durante un briefing online che i governi di tutto il mondo dovrebbero lasciare che le compagnie aeree e i viaggiatori valutino i rischi di viaggio sulla base di dati pubblicamente disponibili. L'ex numero uno di British Airways ha aggiunto di essere sicuro che l'Europa inizierà a viaggiare normalmente nella seconda metà dell'anno.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Francesca Piscioneri, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli