Compra casa e perde caparra da 50mila euro: appartamento già pignorato

compra casa e perde caparra

Compra casa e perde caparra da 50mila euro. Dopo aver raggiunto un accordo con i proprietari di un appartamento nel grattacielo di via Pisa a Treviso, ha ricevuto il via libera dalla banca per attivare un mutuo. Tuttavia, la donna di origini moldave non sapeva di essere diventata vittima di un tremendo raggiro.

Compra casa e perde caparra: la vicenda

Pensava di aver raggiunto il suo sogno: dopo anni di duro lavoro e di tanti sacrifici era convinta di aver trovato l’affare perfetto. Ancora ignara del raggiro, aveva aperto un mutuo con la banca. Tuttavia, la 43enne moldava ha ora un enorme debito con l’istituto di credito e nessun tetto sotto il quale dormire.

Dopo le prime firme sui documenti e dopo aver versato una caparra da 50mila euro, la donna cittadina di Treviso ha scoperto che l‘appartamento era stato pignorato per morosità dei proprietari ancora nel 2008. Il problema è emerso grazie all’intervento della banca, proprio al momento di effettuare la perizia per valutare l’immobile. Sconvolta e sconcertata per l’accaduto, la vittima della truffa ha subito sporto denuncia.

Davanti a Cristian Vettoruzzo, giudice del Tribunale di Treviso, si è presentata una coppia di albanesi per rispondere dell’ipotesi di reato di truffa aggravata in concorso. Si tratta di Tamara Kola, 45enne attualmente residente a Villorba, e Arben Beqiri, 54enne residente a Treviso. I due amministratori di condominio, sotto giuramento, hanno negato di aver mai parlato con la signora. Sembrerebbe quindi vera la tesi sostenuta dall’accusa: la 43enne pare non fosse mai stata a conoscenza del pignoramento.