Compra una piscina online, trova solo una 'buca'

webinfo@adnkronos.com

Compra una piscina, ma rimedia solo una 'buca'. Grazie ad una piattaforma online e un’inserzione esca associata a un contatto telefonico e un conto bancario dove ricevere i soldi dalla provincia di Reggio Emilia, un 34enne di Canossa si è insidiato in una specifica piattaforma online commercializzando a prezzi assolutamente concorrenziali piscine. Le trattative correvano telefonicamente e quando sull’iban del conto corrente del truffatore veniva accreditato il corrispettivo dovuto il gioco era fatto in quanto alla vendita non corrispondeva la spedizione di quanto acquistato.  

Quando l'acquirente lamentava il ritardo l’astuto truffatore inizialmente tergiversava con false promesse per poi bloccare l’acquirente e sparire nel nulla. Una vero e proprio boss del raggiro il 34 reggiano scoperto dai carabinieri della stazione di Montecchio Emilia che l’hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia per il reato di truffa. La vittima, un 50enne ravennate, con l’intento di fare un affare ha risposto ad un annuncio sulla piattaforma acquistando una piscina da installare fuori terra per un costo di 1.400 euro che ha versato, come concordato con il venditore, tramite bonifico sull’iban del conto corrente fornitogli dal venditore per poi scoprire di essere raggirato allorquando non ha ricevuto quanto acquistato. 

Dopo aver capito di essere rimasto vittima di un raggiro l’uomo si è presentato ai carabinieri della stazione di Montecchio Emilia formalizzando la denuncia per truffa. Dopo una serie di riscontri tra il numero telefonico associato all’inserzione esca e il conto corrente dove erano confluiti i soldi, i carabinieri hanno rivolto le attenzioni investigative sull’ nei cui confronti sono stati acquisiti una serie di incontrovertibili elementi di responsabilità per il reato di truffa per la cui ipotesi di reato è stato quindi denunciato.