Comunali: Bellanova, 'a Nardò certa sinistra ha pensato a voti e non a idee, basta pantomime'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 2 ott. (Adnkronos) – "Ció che si è verificato a Nardó è inaccettabile. I luoghi di manifestazione politica, scenari di confronto, mai dovrebbero essere teatro di violenza. Mai. In tanti mi hanno inviato messaggi per chiedere in quale modo si può arginare questa situazione. Ho risposto con molta franchezza. Si sarebbe dovuto agire prima". Lo scrive sul suo profilo Facebook Teresa Bellanova, presidente di Italia viva.

"Non è la prima volta -aggiunge- che Nardó e, nello specifico chi la amministra, balza agli onori della cronaca per episodi poco edificanti. Quanto in quel Comune è accaduto politicamente in questi anni avrebbe meritato una riflessione profonda e accurata. Le classi dirigenti che fanno capo al maggior partito del centrosinistra hanno molto spesso minimizzato, lasciando correre o peggio ammutolendo davanti alla forza dei numeri. Ricordo in uno degli ultimi congressi Pd lo scandalo che fece di Nardó un caso nazionale. Fummo in pochi a denunciare la presenza tra i votanti alle primarie di un corposo numero di fascisti".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli