Comunali, Bernardo: la mia Milano del futuro fatta d’ascolto e cura

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 8 lug. (askanews) - "Ascolto" e "cura". Sono queste le due parole chiave che Luca Bernardo, candidato sindaco di Milano per il centrodestra, vorrebbe caratterizzassero la sua campagna elettorale. Lo ha indicato nel corso dell'intervista a Alessandro Banfi per 10alle5 Quotidiana. Il medico, 54 anni, pediatra al Fatebenefratelli, ritiene che i milanesi, tanto quelli delle periferie quanto quelli che vivono nella Ztl, abbiano soprattutto bisogno "di esprimersi e di essere ascoltati".

In caso contrario, a suo parere, "Milano rischia di perdere il suo cuore, il suo aspetto migliore, mantenendo un'estraneità verso le donne, i giovani, che ad esempio hanno pagato un prezzo alto per il Covid19. Il mio primo obiettivo è quello di ascoltare la gente. Tornare alle domande dei cittadini. Voglio partire dall'ascolto per costruire una proposta di governo alternativa a quella di Sala".

"Per ripartire Milano ha bisogno di tornare alla sua origine di città solidale, capace di costruire una rete di relazioni. Anche il suo successo economico e il suo primato in Italia e in Europa parte da lì. Milano è sempre stata innovazione e capacità sociale" ha aggiunto. "Penso che il primo dovere di chi vuole amministrare una città è conoscere i fenomeni, avere le giuste informazioni, entrare nelle contraddizioni" ha ribadito.

"Al di là delle ricette a tavolino o dei giusti programmi, che metteremo a punto con tutti i partiti della coalizione, ciò che conta è riscoprire il cuore che ha reso grande Milano nei secoli" ha continuato Bernardo. "L'altra notte ho fatto un giro in moto nella città deserta: Gratosoglio, Lambrate e poi Rogoredo...ho avuto la visione di una città buia, spenta, impaurita. Le poche persone che ho incontrato erano frettolose non perché fosse tardi ma perché si mostravano timorose. Ecco, dobbiamo riaccendere la città. Tornare a viverla, ad illuminarla" ha concluso lo sfidante di Giuseppe Sala.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli