Comunali, Capograssi (Fdi): "Giovani hanno bisogno di nuova visione, ripartire da ascolto"

·2 minuto per la lettura

"La priorità, specie in un momento storico complesso, è ripartire dal territorio e dai cittadini. Nel mio programma elettorale, presentato e apprezzato dal partito, al centro c'è l'intenzione di istituire una giornata di assemblea pubblica. Questo significa ripartire dall'ascolto, dei cittadini e dalle loro problematiche. Tra i ragazzi che vi sia un disinteresse diffuso alla politica non è una novità. Non credono più nelle istituzioni, non si riconoscono nella classe dirigente, bisogna offrire loro una nuova visione, quella della buona politica che ormai si è persa". Ha le idee chiare Leonardo Capograssi, candidato alle prossime elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale di San Benedetto del Tronto.

Presidente di Gioventù Nazionale San Benedetto del Tronto, già vicepresidente e presidente della Consulta Provinciale degli studenti, Leonardo Capograssi ha 19 anni e ha cominciato a far politica a 14, racconta: "ero uno dei giovani militanti di Fratelli d'Italia della storica sezione di Sommacampagna, quando il partito di Giorgia Meloni era ancora al 3-4%". Poi con la famiglia si trasferisce a San Benedetto del Tronto. "La comunità di Gioventù Nazionale non era presente, mi sono rimboccato le maniche e nonostante alle spalle avessi solo due anni di militanza a Roma, ho costituito da zero il movimento giovanile Fdi a San Benedetto del Tronto". Ora la candidatura al Consiglio Comunale. "Ad essere candidato non sono solo io, ma una comunità di giovani che ha trovato in me la loro rappresentanza. Sono appoggiato da ragazzi che come me credono in questo progetto politico. Ecco, c'è anche quest'altra faccia della realtà: una fascia giovanile che si impegna ogni giorno credendo in una politica che trasforma le idee in atti concreti".

Tornando al programma, Capograssi evidenzia che "specie dopo la pandemia, è importante lanciare proposte mirate al sociale aiutando le famiglie in crisi. Altro nostro cavallo di battaglia ad esempio è creare un fondo per l'acquisto di materiale scolastico destinato alle famiglie con Isee basso". Già durante il primo lockdown, ricorda, "abbiamo cooperato con una onlus per raccogliere beni primari per le famiglie in difficoltà economica. Come Gioventù Nazionale ci siamo autofinanziati".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli