Comunali: il ritorno delle Sardine, 'candidati in diverse città, anche col Pd' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – "Prima abbiamo riempito le piazze, che erano rimaste vuote per troppo tempo. Purtroppo ci siamo scontrati con gli effetti della pandemia. Adesso, laddove riteniamo ci siano i presupposti per rappresentare lo spirito della nostra iniziativa, sosterremo delle candidature e ne proporremo alcune nostre. La differenza rispetto alle 'prime' Sardine sta nell'impegno diretto: ci 'sporchiamo' le mani in prima persona".

Sui social c'è già chi parla di un movimento 'inglobato' dal Partito democratico. "Ma il Pd – ribattono dalle Sardine – non è una realtà monolitica. Santori si candida con il Pd a Bologna, dove c'è il candidato sindaco Matteo Lepore che ha sfidato i renziani. Il fatto che Mattia sostenga Lepore fa capire che noi dialoghiamo con una parte del Pd, quella non renziana. Lepore è espressione della segreteria Letta, è persona vicina all'ex ministro Peppe Provenzano. Nulla a che vedere con Base riformista. Noi abbiamo scelto con chi stare: e certamente non stiamo con i renziani, né con i 'cavalli di Troia' lasciati da Renzi nel Pd…". (di Antonio Atte)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli